Ostia, mamma delfino sostiene il cucciolo morto. Le commoventi immagini (VIDEO E FOTO)

22/7/2015 – Stanno commuovendo il web le immagini e il video della mamma delfino che sostiene il corpo senza vita del proprio cucciolo cercando di tenerlo a galla. Le immagini del team di ricercatori di Oceanomare Delphis Onlus impegnato nel progetto ‘Delfini Capitolini’ sostenuto da Unicredit e Marine Village sono state girate in mare, 2 miglia fuori il porto di Ostia e ritraggono una scena molto triste: un esemplare adulto di tursiope che ‘accudiva’ un piccolo già in stato di decomposizione, sostenendo e trasportando il corpo senza vita, e cercando disperatamente di tenerlo a galla. “In assenza di informazioni specifiche – spiegano dal team di ricercatori – supponiamo che l’individuo adulto sia la madre. Nelle vicinanze della coppia madre-piccolo era presente anche un altro individuo, che mostrava un comportamento di accompagnamento e supporto. Il comportamento di sostegno e trasporto di un piccolo morto, chiamato in inglese “Carrying dead calf”, è stato descritto per la prima volta da Aristotele 24 secoli fa e probabilmente è una conseguenza dell’intenso legame che esiste tra madre e piccolo: un legame così forte da rendere la madre incapace di lasciare il figlio nonostante l’evidenza della morte. Le femmine dei tursiopi raggiungono la maturità sessuale intorno ai 6-12 anni, mentre i maschi intorno ai 10-13 anni; si riproducono ogni 2-6 anni e la gestazione dura 12 mesi; partoriscono di norma un solo piccolo, lungo circa 1 metro, che viene allattato fino all’età di 18-20 mesi, quando è completato lo svezzamento”.
“Invitiamo tutti a segnalarci l’eventuale spiaggiamento del piccolo e – concludono i ricercatori – a chiamarci per ogni osservazione di delfini nell’area di Tor Paterno, Ostia, Fiumicino e Ladispoli”.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. […] 25/6/2016 – La carcassa di una balena è stata avvistata nella mattinata di oggi a largo di Ostia. L’animale, lungo oltre cinque metri, è stato notato da Gianni Capobianco che uscito in mare con alcuni amici per una battuta di pesca a circa 12 miglia dalla costa lidense ha notato qualcosa galleggiare. Secondo quanto raccontato il mammifero sarebbe stato avvolto da una rete da pesca rossa che le avrebbe impedito di muoversi liberamente causandone la morte, poi sarebbe rimasta in balia del mare per diverse settimane. Questa mattina l’avvistamento con la carcassa ormai in avanzato stato di decomposizione. Non è la prima volta che il cadavere di un animale viene avvistato a largo di Ostia. Esattamente un anno fa fecero il giro del mondo le immagini di una mamma delfino che sosteneva il corpo senza vita del proprio cucciolo cercando di tenerlo a galla. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here