Nuova Ostia, sfratto esecutivo per gli occupanti di quattro palazzine di via Marino Fasan


09/06/2021 – Doccia fredda stamattina per gli inquilini di quattro palazzine di via Marino Fasan a Nuova Ostia. E’ stato infatti affisso un cartello che fissa al 28 luglio l’esecuzione dello sfratto esecutivo per le centinaia di occupanti degli edifici gestiti da Roma Capitale e di proprietà della Larex spa. Proprio Roma Capitale risulta tra i soggetti destinatari dello sfratto.

Decine di nuclei familiari che da anni chiedono di vedere regolarizzata la loro posizione e che si trovano da tempo a vivere in condizioni di estremo degrado, vittime anche del rimpallo di competenze e di interventi mai effettuati.

Tra i destinatari dello sfratto oltre agli occupanti di via Marino Fasan anche Roma Capitale

Su tutto poi il Tar che ha condannato Roma Capitale con una sentenza che definiva l’intera vicenda “paradossale“. Il Campidoglio, locatario delle palazzine di via Marino Fasan, infatti spiega il Tribunale Amministrativo del Lazio nonostante dovesse occuparsi della manutenzione degli stabili, che da anni nei fatti non ha mai effettuato oltre a non aver neanche provveduto a mettere in sicurezza le numerose parti pericolanti e quindi pericolose per gli inquilini, avrebbe intimato alla proprietà, che non può però accedervi, di effettuare i lavori. Lavori che come stabilito dal Tar doveva essere Roma Capitale a dover effettuare con una sentenza che tra l’altro condanna il Capidoglio “per difetto di istruttoria, travisamento dei fatti e manifesta contraddittorietà”. 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here