Estate, un tavolo di confronto per coordinare le forze di polizia sul territorio del X Municipio


11/05/2021 – “Le prime, assolate giornate di caldo hanno comprensibilmente portato molti Romani a riversarsi sul Litorale: dopo un anno di restrizioni dettate dalla crisi pandemica, le prime riaperture stanno facendo emergere la fame di libertà di una vasta parte della popolazione, con la risultante, già sperimentata, di un autentico assalto al mare, il quale mette a dura prova le forze del Gruppo X Mare di Polizia Locale”. A dirlo in una nota sono Raffaele Paciocca, RSU CISL FP e Andrea Venanzoni, Dirigente CISL FP.

“L’imminenza dell’apertura ufficiale della stagione balneare rende ineludibile un passaggio organizzativo con tutti gli attori coinvolti nel dispositivo di gestione e di sicurezza del territorio: per questo chiediamo con forza, oltre alla necessaria programmazione e pianificazione degli eventi e di ciò che dovrà essere fatto per garantire il necessario bilanciamento tra sicurezza sanitaria e circolazione delle persone, al fine di tutelare la incolumità dei dipendenti capitolini impiegati e la razionalità dell’azione amministrativa, la istituzione di un tavolo di coordinamento tra le varie forze di polizia. Lo abbiamo già chiesto in un incontro con l’attuale direttore del X Municipio e siamo in attesa di non rinviabili novità sul tema”. “Stante la fisionomia di pubblica sicurezza e di ordine pubblico dei generali dispositivi di contrasto al contagio pandemico, è irrinunciabile che il tavolo sia partecipato da tutte le forze di polizia operanti sul territorio, in combinato con gli altri organi amministrativi preposti alla cura della cosa pubblica. – proseguono Paciocca e Venanzoni – D’altronde, un territorio così vasto non presenta solo pur enormi criticità viabilistiche, ma anche di autentico ordine pubblico; si pensi alla gestione dei chilometri di spiaggia libera e della Via Litoranea, dove l’organizzazione dovrà essere capillare onde evitare problemi seri sia per gli operatori sia per la cittadinanza, oppure al consueto servizio anti-incendio in Pineta che negli ultimi anni è stato quasi integralmente caricato sulle sole spalle della Polizia Locale. E’ necessario – concludono – che si dica e si scriva in maniera limpida chi dovrà fare cosa, impegnando lo stesso Comando Generale della Polizia locale di Roma a dare adeguato supporto in termini di uomini, dotazioni e risorse straordinarie al gruppo territoriale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here