Ostia Antica, flash mob “Roma è donna, difendila”

11/03/2021 – Musica, danza e tanta passione, per dire no alla violenza sulle donne. E’ il messaggio lanciato oggi dalle ragazze e dai ragazzi del Liceo Coreutico Giovanni Paolo II, in un flash mob organizzato dal Laboratorio Una Donna, nella splendida cornice di Piazza della Rocca Borghetto di Ostia Antica.

Gli studenti, tra coreografie e musiche coinvolgenti, hanno animato la mattinata: “Oggi il sole è dalla nostra parte – ha affermato Maricetta Tirrito, presidente del Laboratorio Una Donna – e illumina il nostro impegno nel dire ‘no’ alla violenza sulle donne; un concetto che va gridato sempre, non solo in un giorno specifico. Dedicare questa manifestazione anche a Roma, che va difesa e rispettata, per noi ha un duplice significato. Combattiamo perché la nostra città merita di ritrovare il suo splendore dopo che è stata, purtroppo, teatro di orrende manifestazioni di violenza che hanno visto protagonisti i giovani. Combattiamo anche contro quegli atti blasfemi, dove alcune donne – proprio nel giorno della festa dell’8 marzo – hanno usato il simbolo della vagina portandola in ‘processione’ come fosse la Madonna; un fatto che si concretizza in una demenziale offesa alla madre di tutte le donne e risulta – peraltro – irrispettoso del culto di decine di migliaia di altre donne.

“Crediamo che il valore della donna vada difeso in sé, al pari dei valori della famiglia e della fede cattolica nei quali crediamo fortemente. Per questo ribadiamo – ha sottolineato Tirrito – che tutelare la donna è un dovere che spetta non solo ai singoli cittadini, ma anche ai rappresentanti religiosi, alle istituzioni e alla scuola. Tutti dobbiamo lavorare per un cambio radicale dell’approccio culturale rispetto alla donna.

E proprio la scuola è stata la protagonista di questa giornata. Il flash mob ha avuto come teatro, infatti, il piazzale antistante il Liceo Coreutico e le sue studentesse: “Con i nostri docenti lavoriamo attivamente per lanciare segnali come questi – ha detto il prof. Di Paolo, vicepresidente dell’Istituto Giovanni Paolo II -. Celebrare la donna è un momento importante, e deve andare oltre il singolo appuntamento per trasformarsi in coscienza culturale”.

“Essere all’aperto, guardarsi negli occhi oltre la mascherina e dare spazio ad una manifestazione sportiva è fondamentale – ha commentato Monica Picca, vicepresidente della Commissione Affari sociali del X Municipio – . Quando c’è sinergia tra le istituzioni, le scuole, le associazioni, la politica, si superano tutti gli ostacoli: lo dimostra questo appuntamento, svolto in un momento in cui lo sport non si può fare, e dove i teatri e le palestre sono chiuse”.

“Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno condiviso con noi questa iniziativa – ha concluso Maricetta Tirrito -. Ringrazio l’Istituto Giovanni Paolo II, e un grazie particolare al sottosegretario all’istruzione Rossano Sasso per la vicinanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here