X Municipio, Bozzi: “Grave la decisione del M5S di dare il Pontile chiavi in mano alla Giunta”

04/12/2020 – “Grande delusione per il voto sull’utilizzo del Pontile che la maggioranza a cinquestelle ha deciso di dare chiavi in mano alla loro giunta e a quelle che verranno. Come si può cedere ogni potere di controllo del Consiglio democraticamente eletto agli assessori non eletti che, a pensar male, potranno far diventare il pontile il palco personale di qualcuno o il teatro di pessime iniziative, senza che i consiglieri municipali potranno metterci bocca? È un fatto davvero grave ed inaccettabile”. È quanto dichiara Andrea Bozzi, capogruppo di “Sogno Comune” in Municipio X.

“Ho sostenuto l’iter nelle Commissioni fino ad un certo punto – spiega Bozzi – perché era ragionevole correggere un regolamento del passato che vietava tutto sul nostro bellissimo affaccio a mare. E fino a un certo punto c’è stata una collaborazione positiva, per esempio sul limite di 5 giorni delle eventuali manifestazioni a carattere culturale o turistico, che ho proposto e che è stato recepito. La maggioranza era d’accordo anche sul vietare vendite commerciali o manifestazioni di basso livello, perché il Pontile per quanto mi riguarda può essere aperto solo per iniziative di grande spessore che diano prestigio ad Ostia. Ma tutto ciò era sempre vincolato ad un parere ultimo che il Consiglio stesso deve dare, come è successo sempre in questi tre anni. Poi, improvvisamente, hanno tirato fuori la volontà di consentire anche alla giunta con una propria delibera di fare quello che gli pare, delegittimando di fatto ancora una volta il Consiglio. Forse perchè il Campidoglio si deve poter organizzare da solo, scavalcando tutti, e con una telefonata deve poter allestire in poche ore quello che vuole? Allora – conclude Bozzi – era meglio lasciare il divieto totale, così non si rischiava nulla. Ma purtroppo ogni volta che si pensa di poter dare un contributo alla causa con un confronto ragionevole e di buon senso, questa maggioranza ti sorprende per improvvise fughe in avanti prepotenti e, in questo caso, politicamente incoscienti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here