De Luca: “Il Consiglio di Stato vieta le proroghe alle concessioni balneari”


22/11/2019 – “La sentenza del Consiglio di Stato n 7874/2019 del 18.11.2019 boccia la proroga del governo di 15 anni alle concessioni balneari e vieta la proroga delle concessioni balneari in essere obbligando le pubbliche amministrazioni a procedure di evidenza pubblica per l’assegnazione delle concessioni stesse”. Lo dichiara Athos de Luca di Italia Viva.
“I dirigenti delle pubbliche amministrazioni – prosegue De Luca – saranno responsabili dal punto di vista erariale e penale di eventuali proroghe delle concessioni senza il ricorso a gare pubbliche per l’assegnazione delle concessioni agli stabilimenti balneari necessarie a garantire la libera concorrenza e partecipazione a tutti coloro che sono interessati ad ottenere le concessioni. Questa sentenza del Consiglio di Stato afferma un principio costituzionale sulle concessioni demaniali e garantisce trasparenza rispetto alla possibilità di accesso alle concessioni che non conferiscono ai titolari alcun diritto permanente ma devono essere riassegnate con una procedura di evidenza pubblica alla loro scadenza. Questa procedura deve consentire anche a nuovi soggetti di poter ottenere le concessioni balneari che non possono trasformarsi in una sorta di “proprietà” perpetua a favore di pochi”. “Ho richiesto formalmente al X Municipio – conclude – che ha la delega sulle spiagge di Roma Capitale di rispettare le procedure indicate dal Consiglio di Stato annunciando specifiche denunce nel caso di non ottemperanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here