Ostia, sparatoria al Rumors Hangout. E’ un raid punitivo. Arrestati 2 uomini


05/05/2019 – Una donna contesa sarebbe all’origine della lite, sfociata in sparatoria, scoppiata nella notte tra venerdì e sabato all’interno del pub Rumors Hangout di via della Fusoliera ad Ostia Levante.

Due gli uomini coinvolti finiti in manette con l’accusa di tentato omicidio e concorso in tentato omicidio. Si tratta di Simone Cammilleri, 30 anni, e Galante Battigaglia di 41, operai di Fiumicino con precedenti per droga. C’è anche un terzo uomo coinvolto, la vittima della sparatoria, Massimiliano Masia, 50enne incensurato, che sarebbe stato l’obiettivo del raid.

Nel pomeriggio di venerdì infatti Masia in corso Duca di Genova avrebbe aggredito a colpi di mannaia l’ex moglie 43enne. Una brutale aggressione che avrebbe provocato alla donna la frattura della zigono e una ampia ferita al volto. Lesioni giudicate guaribili in circa 30 giorno e sulle quali indaga la polizia di Stato.

Un’aggressione da vendicare. La donna infatti avrebbe una relazione con Cammilleri che sarebbe andato a cercare Masia al Rumors dove intorno alle 2 c’erano ancora diversi clienti. Prima una discussione che seppur tesa ancora non era sfociata in violenza. Tutto sarebbe cambiato quando il 50enne lancia un bicchiere contro i due operai. La miccia che accende la violenza e porta Cammilleri ad estrarre una pistola Smith&Wesson Magnum 357, risultata successivamente rubata, con la quale esplode diversi colpi incurante dei clienti presenti che fortunatamente restano illesi. Due invece i proiettili che raggiungono all’addome Masia. Immediatamente soccorso Masia viene trasportato al G.B. Grassi dove dopo essere operato è ricoverato in prognosi riservata.

Breve la fuga dei due aggressori rintracciati dai carabinieri di Ostia e dopo essere stati arrestati si trovano ora nel carcere di Civitavecchia. Messa sotto sequestro dalla Polizia la Mini di Masia parcheggiata davanti al pub.

A commentare l’accaduto la direzione del pub. “Sebbene ancora scossi per gli avvenimenti accaduti durante la notte scorsa, il Rumors Hangout questa sera sarà regolarmente aperto e pronto, come sempre, ad accogliere i propri clienti.
Ci preme precisare che negli oltre due anni e mezzo di operatività del locale, non si sono mai verificati episodi di violenza, avendo sempre svolto la nostra attività nella più assoluta serenità e prestando una particolare attenzione al benessere dei nostri ospiti, e che pertanto quanto accaduto è del tutto episodico e isolato.
Inoltre, per quanto ci è dato apprendere dagli organi di informazione, i fatti della scorsa notte non sono in alcun modo legati a fenomeni di criminalità organizzata, ma sembrerebbero riconducibili unicamente a dissidi personali tra i soggetti coinvolti.
Ci riserviamo, in ogni caso, di valutare le eventuali azioni da intraprendere nei confronti dei responsabili di tali condotte criminali, al fine di ottenere il risarcimento di tutti i danni cagionati al Rumors Hangout”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here