Pirata della strada travolge e uccide un pedone. Poi si pente e si autodenuncia


25/2/2018 – Investe e uccide un pedone e poi scappa, poi colto dai rimorsi di coscienza si costituisce. È accaduto questa mattina in via del fosso di Dragoncello ad Acilia

Poco dopo le 4 a una manciata di metri dalla via Ostiense un uomo di circa 45 anni è stato travolto mentre percorreva la strada spingendo una cariola piena di materiale edile. Un impatto violentissimo che lo ha lasciato in terra. L’automobilista al volante di una Fiat Panda è poi fuggito senza prestare soccorso. A notare la vittima solo due ore dopo un automobilista che ha dato l’allarme. Inutile ogni soccorso. All’arrivo del 118 l’uomo, senza documenti, era deceduto, probabilmente già poco dopo l’investimento.
Sul posto la polizia locale del X gruppo che ha avviato gli accertamenti per identificare la vittima è soprattutto il pirata della strada. Poco dopo l’incidente un italiano di 21 anni è arrivato in via del Fosso di Dragoncello spiegando ai vigili di essere stato lui ad investire l’uomo mentre viaggiava con un amico in direzione di Roma. Per lui, preso in consegna dai vigili, si profila la denuncia o l’arresto per omicidio colposo e omissione di soccorso, al vaglio anche la posizione del passeggero dell’auto. Alle domande degli agenti avrebbe risposto che si sarebbe allontanato perché lievemente ferito nell’incidente e sotto choc e per questo motivo si sarebbe recato accompagnato dall’amico, dopo aver lasciato la sua macchina a casa dei genitori, al pronto soccorso dell’ospedale G.B. Grassi, dove avrebbe preso coscienza di quanto accaduto poco prima. Quindi la decisione di ritornare sul luogo dell’incidente accompagnato da padre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here