Capodanno, nessun evento a Ostia. E la Roma – Lido si ferma alle 21


27/12/2017 – Ostia e il X Municipio resteranno silenziosi la notte di Capodanno. Almeno queste sono le intenzioni del Capidoglio che in occasione della notte del 31 dicembre non ha programmato nessun evento dedicato ai cittadini lidensi. Ma non solo. Anche chi vorrà recarsi in centro dovrà farlo con mezzo propri o partire prima delle 21 perchè proprio a quell’ora la Roma – Lido smetterà di viaggiare per riprendere poi servizio solo la mattina del 1 gennaio 2018. (AGGIORNAMENTO: DALLA REGIONE COMUNICATO IL PROLUNGAMENTO DEL SERVIZIO)

“Ostia e il Municipio X vengono ancora una volta vergognosamente tagliati fuori dal Capodanno romano. Si ripete anche quest’anno, infatti, lo scandalo dell’interruzione della Roma-Lido il 31 dicembre alle ore 21 da Colombo, mentre le linee Metro A, B, B1 e C proseguiranno il servizio ininterrottamente fino alle 2,30″. È quanto denuncia Andrea Bozzi, capogruppo delle liste “Ora, e, Un sogno comune” in Municipio X – “Se chiediamo Autonomia per la nostra città e se in tanti ci hanno votato non è un caso, perché alla fine della fiera siamo sempre trattati dal Campidoglio come l’ultima delle periferie. I nostri cittadini, infatti, giovani in testa, a differenza di quelli di tutti gli altri municipi, se vorranno andare a Roma nella notte di Capodanno dovranno farlo entro le 21, orario oltre il quale dovranno utilizzare mezzi propri. E per tornare a casa dovranno aspettare la mattina dopo, perché l’ultima corsa da Piramide sarà alle 21,30. Ricordo pure che sul Mare di Roma non è stato programmato alcun grande evento di Capodanno. Chiedo alla Sindaca Raggi – conclude Bozzi – e all’assessore alla Mobilità Linda Meleo di intervenire subito per allungare l’orario di servizio della tratta Roma-Lido e porre riparo a questa scelta tristemente discriminatoria per il proprio litorale. Altrimenti ammettano direttamente che non siamo un Municipio come gli altri, ma una città a parte che deve diventare un Comune Autonomo e, visto che governano il nostro Municipio, ci aiutino quanto prima a farla diventare tale”.

Sulla stessa linea anche Athos De Luca del Pd Municipale. “E’ davvero incredibile che in occasione della festa di fine anno Atac mentre prolunga le corse della metro fino alle 2,30 per consentire a tutti di partecipare, la Roma-Lido indispensabile per raggiungere il centro di Roma agli abitanti del X Municipio,chiuderà alle 21,00. Per fortuna che uno degli impegni della nuova giunta era quello di eliminare per quanto possibile l’isolamento e i disagi dei cittadini di Ostia per raggiungere il centro storico di Roma. La Raggi intervenga su Atac per fornire anche ai cittadini di Ostia come a tutti gli altri concittadini di poter raggiungere il Centro storico con il mezzo pubblico per motivi di sicurezza ma anche per evitare assurde discriminazioni. E’ vero che i vertici Atac non sono pratici di Roma ma la sindaca gli spieghi la necessità di prolungare l’orario della Roma – Lido per l’ultimo dell’anno salvo che non pensino di risanare il bilancio di Atac con questi risparmi ai danni di una comunità che più di altri soffre dei collegamenti col centro della Capitale. Per questo motivo ho presentato una interrogazione urgente alla Presidente del Municipio”.

Andrea Rapisarda, Presidente dell’Associazione “Ostia Protagonista”: “Si presenta l’ennesimo schiaffo al territorio lidense in questi giorni, che nonostante le sue potenzialità turistiche viene escluso dal programma di Capodanno di Roma Capitale. Mentre al centro della città troveremo “La Festa di Roma” al Circo Massimo, piazza dell’Emporio, Ponte Garibaldi, il Giardino degli Aranci e tante altre piazze romane famose, Ostia e il proprio entroterra non vede nessun evento per intrattenere i suoi cittadini: una scelta che al momento riteniamo immotivata, soprattutto quando il X Municipio avrebbe quelle “grandi piazze” per mettere su grandi feste cittadine. Questa è una situazione che fa risentire ogni singolo cittadino del territorio, specie quando vede questa zona passare alle cronache solamente per casi di criminalità e non per questioni che possono attrarre i turisti lungo tutto il corso dell’anno. Si prevede un Capodanno amaro per chiunque abiti qui, soprattutto quando vediamo come il trenino della Roma-Lido chiuderà le corse alle 21: una situazione paradossale che penalizzerà ulteriormente i cittadini che vorrebbero spostarsi senza macchina per festeggiare al centro della città, soprattutto poi i più giovani e la loro serata di Capodanno che si svolgerà in qualche locale romano. Come Ostia Protagonista riteniamo su questo ultimo punto come l’Amministrazione – Municipale e Comunale – dovrebbe chiedere ad ATAC l’apertura della tratta del Trenino fino alle ore 2:30, come avviene sulle altre linee capitoline della Metro A, B, B1 e C: in queste situazioni una buona Amministrazione locale dovrebbe disincentivare le persone a mettersi alla guida della propria vettura (specialmente se può capitare di bere tanti alcolici come a Capodanno), creando così modalità di viaggio alternative per farli arrivare ai grandi centri d’aggregazione – dove si festeggia – e poi tornare nei quartieri dove vivono nel modo più sicuro possibile”.

Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio – “Ma a cosa serve un Assessore ai Trasporti che tace davanti ad una città, una delle più importanti del mondo, privata del servizio di bus, tram e Roma Lido durante la notte di Capodanno? Sospendere alle 21.00 del 31 Dicembre questi servizi di trasporto pubblico è una scelta scellerata, inaccettabile per Roma Capitale e per il nostro Municipio completamente tagliato fuori dal resto della città. Aver scelto di fermare bus, tram e Roma Lido, determinerà l’isolamento dell’intera e sconfinata periferia romana con enormi disagi che graveranno principalmente sulle persone più fragili. La disconnessione della periferia romana e del mare di Roma, l’isolamento, dal centro storico della città, è una scelta che condanniamo senza se e senza ma e che rappresenta plasticamente, molto più di mille parole, l’idea di città che ha la Giunta Raggi, una città dispersa, disconnessa, spenta, un quadro avvilente che mortifica la Capitale d’Italia e che ne aggrava lo stato di degrado e abbandono. Oltre al danno c’è la beffa, ma l’Assessore Meleo è consapevole dell’annuncio che viene promosso sui monitor delle linee A, B e Roma Lido? un annuncio fortunatamente in lingua italiana, altrimenti mezzo mondo ci riderebbe dietro, che senza specificare nulla “informa” che per alcune linee potrebbero esserci modifiche rispetto alle restrizioni di orario imposte. Quali linee? che modifiche? E’ questa una corretta informazione? E’ questo il modo per provare a correggere, mettendoci una pezza che è peggio del buco, una decisione vergognosa? L’Assessore Meleo dovrebbe dimettersi oggi stesso perchè è inaccettabile che oltre al danno venga rovesciata sui pendolari anche la beffa di una proverbiale presa in giro. Non ci stupisce il fragoroso silenzio della Giunta Di Pillo che, invece di sbattere i pugni sul tavolo e chiedere che almeno la Roma Lido adotti gli stessi orari delle Linee A ,B e C della Metropolitana, preferisce ritirarsi in un affannoso silenzio tanto, al massimo, basta rovesciare la colpa su quelli che c’erano prima”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here