Litorale, controlli dei carabinieri. 4 arresti e 2 denunce



25/7/2019 – I Carabinieri di Ostia hanno effettuato ulteriori controlli sul litorale per garantire anche in questa stagione estiva la sicurezza e la legalità con l’impiego anche di Carabinieri in borghese e con la preziosa collaborazione delle unità cinofile.
In tale contesto, i mirati servizi finalizzati sia al contrasto dei reati predatori in spiaggia e dello spaccio degli stupefacenti hanno consentito di arrestare nella prima mattinata di ieri un tunisino, 34enne con precedenti penali, per furto. L’uomo si è impossessato dello zaino di una turista, in uno stabilimento balneare sul lungomare Paolo Toscanelli di Ostia, poi si è dato alla fuga verso le vie del centro. Il ladro è stato bloccato poco più tardi da un Carabiniere della Stazione di Ostia libero dal servizio che lo ha inseguito a piedi fino all’interno di una struttura alberghiera, dove lo ha bloccato insieme ai colleghi della stessa Stazione che lo hanno raggiunto. L’uomo è stato arrestato e accompagnato al Tribunale di Roma, per l’udienza di convalida, e la refurtiva è stata interamente recuperata e restituita alla proprietaria.
A Fiumicino, i Carabinieri hanno denunciato al Tribunale di Civitavecchia 2 uomini, con precedenti, per furto aggravato, ricettazione e favoreggiamento personale. Al termine di un’accurata attività investigativa, i militari hanno accertato che da alcuni mesi i due utilizzavano indebitamente 4 carte carburante di proprietà di una società per la raccolta dei rifiuti, operante nel citato comune. Le indagini hanno consentito di accertare che i due si erano appropriati di oltre 16.000 euro di carburante.
Nella tarda mattinata di ieri, nella rete dei controlli dei Carabinieri sono finite due persone, madre 57enne e figlio 28enne con precedenti, per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri della Stazione di Acilia all’esito di una mirata e prolungata attività di monitoraggio, hanno fatto irruzione in un’abitazione di via Bedonia, dove dimora la coppia e hanno trovato un vero e proprio laboratorio di cannabis a conduzione familiare. Dopo un’accurata perquisizione i militari hanno rinvenuto oltre 1 etto di marijuana, già essiccata e pronta per lo spaccio, oltre a tutto il necessario per l’allestimento del laboratorio e la coltivazione dello stupefacente. In un canneto di pertinenza dell’abitazione sono state rinvenute 24 piante di marijuana rigogliose e alte quasi 2 metri, pronte per essere lavorate. La droga e la piantagione è stata interamente sequestrata, unitamente al materiale rinvenuto, mentre la coppia di pusher è stata arrestata e posta agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.
Sempre ad Acilia, nella giornata di ieri i Carabinieri hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dal Tribunale di Roma, nei confronti di un 27enne del posto. Il provvedimento è scaturito a seguito della condanna dell’interessato ad 1 anno di reclusione per reati inerenti gli stupefacenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here