Prima seduta del consiglio del X Municipio. Falconi: “A Gualtieri ho chiesto deleghe e fondi”


08/11/2021 – Si è svolta questa mattina la prima seduta del consiglio del X Municipio sotto la guida del neo presidente Mario Falconi. La riunione si è tenuta nella sala della Torretta in piazza Capelvenere ad Acilia.

La seduta ha visto l’elezione a presidente del consiglio municipale con 13 voti favorevoli e 9 schede bianche dalla consigliera Giampaola Pau in forza al Partito Democratico. Incarico poi confermato a piena maggioranza da tutta l’assise. Assenti alla votazione solo Margherita Welyam e Raffaele Biondo sempre del Pd che venerdì si erano incatenati davanti alla sede del X Municipio per protestare contro la scelta di Falconi di nominare tre volti presenti nell’amministrazione guidata da Andrea Tassone e sciolta per mafia. Si tratta di Giuseppe Sesa, assessore al Bilancio e alle Politiche amministrative, Antonio Caliendo, assessore alle Attività Produttive e Turismo ed Eugenio Bellomo assessore ai Lavori Pubblici e Patrimonio. Proprio Bellomo ha fatto sapere nel corso del fine settimana di aver rinunciato all’incarico, dimissioni formalizzate questa mattina.

Assente per protesta anche Marco Possanzini, consigliere di Sel, Sinistra Civica Ecologista, che in una nota aveva disconosciuto venerdì la posizione di Bellomo.

Prima riunione del consiglio del X Municipio nella sede della Torretta di Piazza Capelvenere ad Acilia

Vice presidente vicario del consiglio del Municipio con 13 voti è stata eletta Valentina Scarfagna del Partito democratico, sua sostituta con 5 voti Monica Picca della Lega e candidata del centrodestra alla guida del X Municipio.

E’ stato poi il momento del giuramento del presidente Mario Falconi che ha spiegato come la sua decisione di candidarsi sia dovuta al “profondo amore per il nostro territorio”. Falconi ha poi annunciato gli assessori che comporranno la sua giunta ricordando le dimissioni di Bellomo e rivolgendogli parole di apprezzamento.

I nomi degli assessori:
Denise Lancia – Politiche Sociali e Pari Opportunità
Giuseppe Sesa – Bilancio e Politiche Abitative
Angela Mastrantoni – Cultura, Scuola e Politiche Giovanili
Antonio Caliendo – Attività Produttive e Turismo
Valentina Prodon sarà vice-presidente con delega a Transizione Ecologica, Ambiente, Sport e Personale
Falconi conserverà le deleghe su Attività Produttive e Patrimonio (nei prossimi giorni annuncerà il nuovo assessore), Lavori Pubblici, Mobilità e su Urbanistica e sul Litorale

“Ci saranno dei momenti in cui ci si dovrà scontrare perchè non ci condividono delle scelte ma spero che tutto ciò che verrà da maggioranza ed opposizione per migliorare la vita dei cittadini di questo territorio sia all’insegna della dignità. – ha detto Falconi – Questo è un territorio bellissimo sedotto ed abbandonato, vasto e che ha delle potenzialità enormi dal punto di vista del verde, dell’archeologia e del mare e che purtroppo ha tanti problemi. Io spero che ci possa unire una considerazione, che è stata delle prime cose dette a Gualtieri quando ancora era candidato, che l’assetto istituzionale romano è anacronistico, non si può più governare una grande metropoli come Roma con i Municipi, con queste poche deleghe e quindi è necessaria una riforma ma che nell’attesa ho chiesto che la giunta capitolina ci dia delle possibilità in più di decidere delle politiche di questo territorio con deleghe e risorse adeguate. Una richiesta che Gualtieri sembra aver accolto visto anche le dichiarazioni fatte anche in campagna elettorale. Se questo non avverrà ovvio che la giunta Gualtieri non sarà una giunta mia amica. I miei amici sono i cittadini del territorio”. Falconi ha poi affrontato il tema delle condizioni di piazza Capelvenere e delle condizioni di estremo degrado in cui versa. Falconi ha chiesto al direttore del X Municipio di istituire un suo ufficio nella piazza dove poter incontrare i cittadini”. Il presidente ha parlato poi dell’Idroscalo “Dove c’è un grande nucleo di persone perbene ma anche persone che non lo sono. Ho visitato l’area e non ci sono strade, non c’ niente e forse c’è qualcuno che ci sta speculando. Mi sono state raccontate molte cose che approfondiremo con le forze dell’ordine”

“Questo è un’occasione storica. Se ci impegneremo tutti, parlo anche per l’opposizione che invito a fare il loro lavoro, che ci danno la possibilità di fare qualcosa in più rispetto a prima e tendo a precisare che chi ci ha preceduto ha lavorato utilizzando gli strumenti che gli sono stati dati. Le cose fatte dal Movimento 5 Stelle verranno mantenute e migliorate dove possibile. Se ci sono progetti in corso d’opera già finanziati e che sono ritenuti validi dai cittadini verranno mantenuti. C’è da fare molto e – ha concluso Falconi – prometto che se ogni tre mesi faremo delle verifiche sui progetti ed obiettivi che ci siamo dati, se non vengono raggiunti e se nulla viene fatto non avrà senso restare sulle nostre poltrone, e parlo sia di me che degli assessori”.

Falconi ha poi toccato i punti principali del suo programma. Dalla scuola, all’Università con la creazione di una cittadella universitaria, ai trasporti, alla cultura, alle spiagge, alla tutela della salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here