Litorale, controlli dei carabinieri. 3 in manette e 7 denunciati. Verifiche anche nei negozi


14/10/2020 – I Carabinieri di Ostia continuano a porre in atto numerosi servizi di controllo dislocati nei punti nevralgici del territorio di pertinenza, anche con la collaborazione dei Carabinieri dei Nuclei Ispettorato del Lavoro di Roma, Cinofili di Ponte Galeria e Antisofisticazione e Sanità di Roma, nonchè di un velivolo del Raggruppamento Aeromobili Carabinieri di Pratica di Mare.

L’attività di controllo ha consentito di trarre in arresto 3 persone, denunciarne altre 6 ed effettuare il controllo di numerosi esercizi commerciali, accertando illeciti amministrativi.

Ad Acilia, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato, un 38enne, con precedenti. L’uomo ha destato sospetto ed è stato sottoposto a perquisizione domiciliare. L’attività di indagine ha consentito di rinvenire e sequestrare circa 100 grammi di droghe di vario genere, fra cui cocaina, hashish e marijuana, nonché materiale per la pesa ed il confezionamento dello stupefacente. Il pusher è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Sempre ad Acilia, è stata invece denunciata in stato di libertà una coppia di pusher. Infatti i militari, che erano intervenuti presso l’abitazione dei due a causa di un litigio, hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno dell’appartamento, oltre 20 grammi di marijuana, nonché tutto l’occorrente per suddividere in dosi la droga.

Un altro pusher è finito in manette ad Ostia Antica. L’uomo, un disoccupato 38enne, era stato notato dai carabinieri mentre effettuava uno strano andirivieni dall’interno della sua abitazione. Fermato, è stato sottoposto ad una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire circa 10 grammi di droghe di vario genere, già suddivise in dosi. Lo spacciatore è stato ristretto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

In manette è finito anche un 46enne di origine romena. L’uomo, senza fissa dimora, è stato fermato nel corso dei controlli posti in atto dai Carabinieri e, ai successivi accertamenti, è risultato gravato da un’ordinanza di ripristino di custodia cautelate in carcere emessa dalla Corte di Appello di Roma. Il malfattore è stato quindi bloccato e tradotto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia, a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

In stato di libertà sono stati denunciati i 3 componenti di una famiglia di Acilia. Denunciati per atti persecutori da parte di un vicino di casa, hanno offeso e minacciato i militari che stavano procedendo alla loro identificazione, venendo così segnalati per “oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale”.
​Del medesimo reato dovrà rispondere un 50enne romano, residente a Fiumicino. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, dopo avere pedinato e molestato l’ex compagna, è stato individuato e bloccato dai Carabinieri nei pressi dell’abitazione di quest’ultima. Il malfattore, in evidente stato di alterazione psicofisica, nel tentativo di sottrarsi al controllo ha compiuto gesti di autolesionismo, sbattendo ripetutamente la testa a terra e contro una vicina vettura in sosta. L’esagitato, che ha rifiutato le cure dei sanitari intervenuti sul posto, è stato denunciato in stato di libertà.
Sempre nella serata di ieri, i Carabinieri sono intervenuti in un appartamento di Acilia dove hanno posto fine ad una lite sorta in ambito domestico, prima che potesse degenerare; nell’occasione un giovane 24enne romano è stato denunciato.
Numerose sono state anche le verifiche in molti esercizi commerciali del litorale, all’interno dei quali sono state rilevate gravi carenze igieniche in relazione alle misure per il contenimento dell’attuale emergenza epidemiologica, omessi controlli in materia alimentare, nonché violazioni inerenti la corretta contrattualizzazione del personale dipendente. In tale contesto sono state elevate sanzioni amministrative per quasi 20.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here