Infernetto, travolto ed ucciso sulle strisce. Muore il 14enne Mattia Roperto


09/06/2020 – Aveva appena finito di festeggiare la fine della scuola quando è stato travolto ed uccido da un’auto guidata a folle velocità da un uomo sotto l’effetto di alcool e stupefacenti. Ha perso così la vita ieri sera il 14enne Mattia Roperto. La tragedia è avvenuta in via Francesco Cilea all’Infernetto. Mattia, insieme ad altri compagni di classe, aveva celebrato la conclusione dell’anno scolastico al Liceo Democrito quando attraversando sulle strisce pedonali, seguito a poca distanza dagli amici, quando è stato centrato dalla Peugeot 108 condotta da un 22enne che viaggiava in direzione di via Wolf Ferrari. Un impatto devastante, che non lascia possibilità di salvezza, quello che ha scagliato il ragazzino sull’asfalto a circa diversi metri di distanza. L’investitore, forse stordito dal mix di alcool e droga, ha proseguito la sua corsa fermandosi solo diversi metri dopo all’altezza dell’ingresso della scuola Mozart ma restando in auto senza prestare soccorso alla giovane vittima.

Inutile ogni tentativo di soccorso prima dei passanti e poi i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del 118. Sul posto i genitori del ragazzino che ad ottobre avrebbe festeggiato i 15 anni che hanno vegliato sul corpo coperto da un telo bianco fino all’arrivo del medico legale. Ad intervenire le pattuglie della polizia locale dei Gruppi Mare e Gpit e gli agenti della Polizia locale gruppo IX Tintoretto che hanno avviato le indagini e hanno portato il 22enne all’ospedale Grassi di Ostia dove è stato sottoposto ai test di rito che hanno appurato la sua positività e su disposizione del magistrato di turno ne hanno disposto l’arresto immediato con l’accusa di omicidio stradale. Questa mattina il processo per direttissima dopo la nottata passata al gruppo Tintoretto della Polizia Locale di Roma Capitale.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here