Ostia, controlli dei carabinieri. 4 arrestati e 4 denunciate


10/4/2020 – I Carabinieri di Ostia, nell’ambito dei molteplici servizi di controllo del territorio, hanno arrestato quattro persone e denunciato altre quattro.

Ieri mattina, i Carabinieri, impegnati in un posto di controllo attivato per il rispetto delle misure di contenimento emergenziale, hanno intimato l’alt ad un uomo che con la propria bicicletta stava transitando in piazzale della Posta ad Ostia. Il ciclista, incurante delle indicazioni dei militari, ha tentato di darsi alla fuga, ma è stato velocemente raggiunto dai Carabinieri i quali, dopo aver faticato non poco per contrastare l’improvvisa violenza messa in atto dall’uomo, un 42enne incensurato, l’hanno denunciato per “resistenza a pubblico ufficiale” e l’hanno anche contravvenzionato per il mancato rispetto delle misure previste dal decreto legge inerente l’emergenza epidemiologica.

Sempre ad Ostia, i Carabinieri sono intervenuti nel pomeriggio di ieri in piazza della Stazione Vecchia ad Ostia, dove era stata notata una persona estremamente agitata e dal comportamento anomalo. Giunti sul posto i militari hanno accertato la presenza di un uomo, in evidente stato di alterazione psico-fisica, che alla vista dei militari è andato in escandescenza e, dopo avere minacciato di darsi fuoco, si è scagliato contro uno degli autobus che si trovavano in sosta presso quel capolinea. I militari hanno immediatamente cercato di bloccarlo, per evitare di fare del male a sé stesso e anche agli altri, e dopo numerosi tentativi sono stati costretti ad immobilizzarlo mediante l’uso del dispositivo spray in dotazione. L’esagitato, un 52enne senza fissa dimora già gravato da pregiudizi penali, è stato trasportato precauzionalmente presso l’ospedale G.B. Grassi di Ostia, in osservazione per le cure mediche del caso.

Ancora i Carabinieri di Ostia hanno arrestato, su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Roma, un ragazzo argentino responsabile di una rapina perpetrata pochi giorni prima nei confronti di un’anziana lidense. Nell’occasione, il giovane era stato bloccato in flagranza di reato dagli stessi militari che si trovavano a vigilare la zona e successivamente veniva ricoverato, in regime di arresti domiciliari, presso l’ospedale G.B. Grassi di Ostia, a causa delle lesioni che si era provocato nel corso del suo tentativo di fuga. Il giorno successivo all’arresto, il malfattore è fuggito dal nosocomio, rifugiandosi presso l’abitazione di due connazionali a Nuova Ostia. Lì è stato nuovamente rintracciato dai Carabinieri, che lo hanno ricondotto presso l’ospedale, luogo di detenzione, informando dell’accaduto il magistrato competente e denunciando per favoreggiamento la coppia che aveva tentato di nasconderlo. La carriera criminale intrapresa dal ragazzo l’ha, infine, condotto presso l’istituto di pena minorile di Casal del Marmo, dove è stato accompagnato ieri pomeriggio dai Carabinieri.

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Fiumicino hanno arrestato un 31enne del luogo, già gravato da un provvedimento di “divieto di avvicinamento” nei confronti della ex compagna, poiché è stato individuato dai militari allorquando, in evidente stato di ebbrezza e dopo avere bloccato la vettura su cui si trovava la donna, aveva iniziato a colpire violentemente il mezzo, ingiuriando e minacciando di morte l’ex compagnia. Il malfattore, sorpreso sul fatto, è stato immobilizzato ed ammanettato. L’uomo, evidentemente uscito di casa senza valido motivo, aveva anche violato le attuali disposizioni emergenziali. L’esagitato, è stato così tradotto presso la casa circondariale di Civitavecchia, in attesa delle ulteriori decisioni del magistrato.

Nel corso dei numerosi controlli effettuati per assicurare il rispetto delle disposizioni emergenziali emanate per il contenimento dell’epidemia, i Carabinieri di Ostia Antica nella serata di ieri hanno fermato, mentre percorreva la via del Mare, una vettura con alla guida un 21enne di Fiumicino. L’uomo, che è apparso da subito molto nervoso e non ha saputo spiegare il motivo della sua presenza in strada, è stato sottoposto a perquisizione e trovato in possesso di 50 grammi di marijuana occultati all’interno del mezzo. La successiva perquisizione della sua abitazione ha consentito di rinvenire e sequestrare oltre mezzo chilo di droga, materiale per la pesa ed il confezionamento dello stupefacente e la somma contante di circa 1.000 euro, provento dell’attività di spaccio. Il pusher è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Nel medesimo contesto operativo, i Carabinieri di Ostia hanno sottoposto a controllo l’autista di un furgone. L’uomo, un 32enne romano, è stato fermato nel corso della serata e non è stato in grado di giustificare il motivo del proprio spostamento, ai sensi delle attuali disposizioni emergenziali. Gli immediati accertamenti effettuati dai militari hanno consentito di accertare l’esistenza, a carico del fermato, di alcuni precedenti penali per droga, elemento che ha spinto i Carabinieri a sottoporlo a perquisizione. L’attività ha dato esito positivo, consentendo di rinvenire all’interno del furgone, un involucro contenente quasi un etto di cocaina. La successiva perquisizione domiciliare ha, inoltre, permesso il ritrovamento di ulteriore stupefacente e di tutto il materiale occorrente per il confezionamento in dosi dello stesso. Il pusher è stato immediatamente arrestato e accompagnato a casa, agli arresti domiciliari, in attesa di essere sottoposto all’udienza di convalida, oltre ad essere stato contravvenzionato per il mancato rispetto delle misure di contenimento emergenziale epidemiologico, mentre la droga ed il materiale rinvenuto sono stati sequestrati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here