Ladispoli, non si fermano all’alt. Due in manette arrestati dopo un rocambolesco inseguimento


6/4/2020 – Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati e controlli sul rispetto delle misure di contenimento del contagio da Coronavirus, i Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno arrestato due cittadini romeni, di 28 e 36 anni, con l’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali e guida in stato di ebrezza alcolica.

La scorsa notte, una pattuglia della Sezione Radiomobile ha notato i due a bordo di un’autovettura per le vie del centro di Ladispoli e ha intimato loro l’alt per eseguire una verifica.

Il conducente del veicolo, però, ha accelerato repentinamente per eludere il controllo dei militari.

Durante l’inseguimento, l’auto in fuga ha perso il controllo e, dopo aver urtato alcuni veicoli in sosta, ha terminato la sua corsa al centro della carreggiata. Entrambi gli occupanti, hanno poi tentato la fuga a piedi ma sono stati raggiunti dai Carabinieri. Uno dei due malviventi ha opposto resistenza colpendoli con calci e pugni nel tentativo di scappare, ma i Carabinieri li hanno definitivamente bloccati.
Il conducente è risultato in evidente stato di ebbrezza alcolica, con tasso alcolemico di 1,8 g/l.

Il veicolo è stato sottoposto a sequestro mentre i due sono stati arrestati e condotti presso le proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari a disposizione della locale Autorità Giudiziaria.

Gli stessi sono stati sanzionati altresì amministrativamente per essere stati sorpresi fuori dalla loro abitazione senza giustificato motivo, in violazione al d.l. 19/2020 riguardante l’attuale emergenza sanitaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here