DIARIO DI BORDO – Coronavirus, chiusura delle Chiese: Roma socchiude, Ostia riapre

Lo sgomento del popolo sacerdotale e laico "ecclesiale" arriva fino al cardinale vicario di Roma e le chiese riaprono-diverse iniziative online dei sacerdoti ostiensi e la televisione pubblica locale trasmetterà la santa messa domenicale a rotazione dalle varie chiese del Lido


13/3/2020 – Sgomento questa mattina per la scelta precauzionale del Vicario di Papa Francesco Angelo Cardinale De Donatis per la chiusura delle Chiese anche per pregare. Ostia ha raccolto dai quartieri la sofferenza non solo del popolo cristiano ma anche e forse soprattutto dei tanti sacerdoti, parroci, diaconi già in grande sofferenza per l’interruzione delle sante messe, tra cui quelle domenicali.
Il dolore si è amplificato anche a causa delle parole di stamattina del Santo Padre e Vescovo di Roma Papa Francesco che avrebbe fatto intendere di non aver gradito questa scelta.
A questo punto il Cardinale Vicario De Donatis deve aver compreso che il cuore della gente, la prossimità e la quotidianità della presenza della chiesa dei territori e dei quartieri non poteva essere normata dalle regole e norme istituzionali dall’alto, ma ascoltare la comunità ecclesiale dalle periferie fisiche ed esistenziali e’ il fondamento di qualsiasi incarico di servizio per Cristo, con Cristo e in Cristo.
Riaprono quindi le chiese per pregare (non per le sante messe, ndr)e per volontà del popolo sacerdotale e cristiano laico in genere, stessa gente verso la quale il Vescovo di Roma si era inchinato al momento della sua elezione come Papa Francesco.Bello il calore della gente di Ostia, dell’ecclesia ostiense, di questa parte di Roma che ha fatto arrivare al Cardinale Vicario questa necessità appunto di essere presenti, di non chiudere e di riaprire. Ostia, che da anni ormai si è abituata a vivere una dimensione di fede “presente aldilà dei muretti” creando “ponti” nell’esempio del Santo Padre e suo Vescovo; si raccolgono i frutti delle visite di Papa Bergoglio come “parroco” tra i palazzi e i condomini, del Corpus Domini qui sul Lido.
E la rete ecclesiale, l’unità in Cristo è andata anche oltre; tante le iniziative di sacerdoti e parroci per rimanere quotidianamente in streaming e online con le persone. La condivisione e la comunione inoltre sembra che producano l’iniziativa, in collaborazione con la rete televisiva pubblica locale, di trasmettere la Santa Messa Domenicale da ogni chiesa ostiense a rotazione. Maggiori dettagli arriveranno nelle prossime ore.
Insomma il Signore dal male tira fuori il bene, dalla chiusura di attività predispone l’apertura di altre, dalla tristezza suscita la gioia, dalla morte ci porta con se verso la resurrezione, dal buio alla luce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here