Rapina una donna dell’auto e sperona una volante della polizia. 43enne in manette


24/01/2020 – Un folle inseguimento per le strade di Ostia, una rapina portata a segno con una forchetta e due poliziotti feriti. Sono gli elementi di quanto accaduto nella giornata di oggi e che ha portato a stringere le manette ai polsi di un 43enne italiano, volto noto alle forze dell’ordine per precedenti legati alla droga e residente all’Idroscalo.

Tutto prende il via questa mattina quando l’uomo, intorno alle 8, armato di una forchetta ferma una donna tra via Lucio Lepidio e via Vincenzo Vannutelli, obbligandola, dietro la minaccia di morte a consegnare la sua Toyota Yaris. Immediato l’allarme alla polizia del commissariato Lido. Agli agenti la donna descrive il suo aggressore, un uomo basso, dalla pelle olivastra e con i capelli corti. Poi il dettaglio, nell’auto era rimasta la borsa con all’interno il telefono cellulare acceso. Proprio grazie alla geolocalizzazione i poliziotti individuano nell’area di San Paolo l’auto e il suo contenuto. Una prima ricerca non porta a risultati. Poi la seconda quella decisiva che vede il balordo ritornare verso il litorale. E’ sulla via del Mare che poco dopo le 13 la Toyota viene intercettata dalle auto della polizia. Ne nasce così un inseguimento a forte velocità verso via di Castelfusano dove, all’altezza di via Agostino Chigi il rapinatore sperona una volante mandandola a sbattere contro il muro che divide a strada dalla massicciata della ferrovia Roma – Lido. Un gesto che gli si ritorce contro perchè nell’impatto a sua volta finisce fuori strada contro il marciapiede. Inutile il tentativo di fuga perchè il 43enne viene bloccato ai poliziotti che nel frattempo sono giunti a dare supporto ai due colleghi rimasti feriti nell’incidente.
Per il balordo l’accusa è ora di rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I due poliziotti all’interno della volante speronata sono stati portati all’ospedale Grassi di Ostia, dove i sanitari hanno stilato per loro prognosi di 21 e 8 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here