Ostia Ponente, nuovi controlli. Scoperte altre telecamere anticontrolli

 

19/12/2017 – I Carabinieri del Gruppo di Ostia continuano con il loro massiccio impegno l’attività di controllo del territorio lidense, con numerosi e mirati servizi preventivi e repressivi dei reati in genere, al fine di rendere la vita delinquenziale di coloro che non rispettano la legge ad Ostia tutt’altro che facile.

Solo ieri sono stati controllati oltre 71 veicoli, identificate 157 persone ed effettuate molteplici perquisizioni personali e domiciliari, verificando altresì il rispetto delle prescrizioni imposte ai soggetti che beneficiano degli arresti domiciliari. Nel corso dei servizi di controllo della circolazione stradale è stata fermata e denunciata una persona che si era messo alla guida della propria vettura con un tasso alcolemico di poco al di sotto 1,5 mg/l (il limite è di 0,5 mg/l).
Durante i capillari controlli nella zona Ostia Ponente sono state arrestate 3 persone con precedenti per spaccio di droga, evasione dai domiciliari, tentata estorsione e denunciata un’altra per guida in stato di ebrezza alcolica. I  particolare, durante una perquisizione in un’abitazione di piazza Lorenzo Gasparri, sono stati trovati diversi quantitativi di hashish e cocaina. Nello stesso appartamento è stato scoperto anche un sofisticato impianto di videosorveglianza che monitorava gli ingressi al condominio, agevolando l’attività di spaccio. Tale impianto è solo l’ultimo trovato e sequestrato di una lunga serie che già i Carabinieri sono riusciti a individuare proprio nella stessa zona. Continuando i controlli, specialmente nei confronti di coloro che beneficiano degli arresti domiciliari, i Carabinieri hanno riconosciuto e arrestato un detenuto per reati contro il patrimonio che, sprezzante delle prescrizioni che gli erano state imposte, si trovava tranquillamente in strada.
Nel corso dei servizi è stata arrestata, altresì, una tossicodipendente che poco prima aveva cercato di estorcere del denaro a una esercente in via della Marina ad Ostia, minacciandola con un collo di bottiglia di vetro, per poi comprarsi della droga. La tempestiva telefonata al 112 ha consentito alla pattuglia dei Carabinieri che transitava in zona di bloccare e arrestare la donna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here