Pomezia, incendio Eco X, Santori: “Capire le cause”

5/5/2017 – “Siamo vicini alle popolazioni di Pomezia, Aprilia, Ardea, Anzio e Nettuno e tutte le realtà limitrofe che da questa mattina stanno subendo una gravissima intossicazione dovuta ad una pericolosa nube nera che tarda a diradarsi”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia in merito all’incendio dell’azienda Eco X di Pomezia deposito di plastiche, carta e altri riciclati. “Il grande lavoro dei vigili del Fuoco e di tutte le forze dell’ordine e dei volontari come al solito è encomiabile e merita il massimo sostegno, ma è necessario interrogarsi sul perché di questo disastro. Da quattro anni abbiamo depositato all’attenzione della giunta regionale guidata da Nicola Zingaretti una serie di interrogazioni che rappresentavano la nostra preoccupazione nei confronti dei cittadini residenti dell’intera area pontina che denunciavano le persistenti e nauseabonde emissioni odorigene e le polveri provenienti dai numerosi impianti presenti nella zona. Di tutta risposta dalla Regione Lazio – prosegue Santori – sono arrivati solo silenzi e addirittura altri procedimenti per aprire nuovi impianti nonostante la saturazione degli spazi da strutture ad alto rischio. Ora il governo Gentiloni intervenga investendo su questa area in termini di bonifica e riqualificazione, e provvedendo a tutti coloro che hanno subito gravi danni:  aziende agricole e commerciali o il comparto del turismo, al fine di rilanciare le preziose zone del litorale laziale a tutela della salute di tutti i cittadini e a difesa dell’ambiente”.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here