Sparatoria in via Guido Cagni, proseguono le indagini

23/10/2015 – Proseguono le indagini dei carabinieri di Ostia sulla sparatoria avvenuta giovedì mattina in via Guido Cagni ad Ostia Nuova. Vittima dell’agguato il 47enne Massimo Cadorni raggiunto da due colpi di pistola alle gambe mentre si trovava a poca distanza dal supermercato Conad. L’uomo trasportato immediatamente al pronto soccorso del G.B. Grassi è stato medicato dai sanitari del nosocomio che hanno suturato le ferite provocate dagli spari che fortunatamente non hanno causato lesioni gravi. I proiettili sono infatti entrati ed usciti. Nel frattempo già ieri i militari della Compagnia di Ostia hanno acquisito le immagini delle telecamere del supermercato che potrebbe aver ripreso tutti gli attimi della sparatoria e quelli precedenti. I fotogrammi potrebbero infatti aver ripreso l’uomo che intorno a mezzogiorno, a bordo di uno scooter Yamaha T-Max grigio, condotto da un complice ha più volte percorso la strada antistante il Conad in attesa dell’arrivo della vittima e una volta individuato ha rivolto l’arma verso il 47enne e dopo avergli rivolto alcune parole ha esploso i colpi. Un raid fatto quindi per non uccidere ma per “avvertire” l’uomo noto nella zona per il camion bar sul lungomare dove lavora durante l’estate e che più volte è stato sanzionato dalle forze dell’Ordine. Una scena che ha scatenato il panico tra i clienti del supermercato fortunatamente rimasti illesi e che sono stati ascoltati di militari. Non è la prima volta che quella zona di Ostia Nuova è scenario di attentati simili. Il 22 novembre 2011, nella vicina via Antonio Forni, due persone, Giovanni Galleoni soprannominato Bafficchio e Francesco Antonini detto Sorcanera erano state freddate in un agguato. Ed è proprio con Giovanni Galleoni che la vittima era legata da rapporti di affari e di parentela. Cadorni è infatti amico del fratello di quest’ultimo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here