Natale, controlli sul pescato della Guardia Costiera sul Litorale romano


22/12/2021- Pur con le limitazioni legate all’emergenza sanitaria, resta alta la domanda di prodotti ittici con l’approssimarsi delle festività di fine anno. La Guardia Costiera, attuando gli obiettivi fissati dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, ha profuso il massimo sforzo per tutelare le scelte del consumatore finale, contrastando l’immissione in commercio di prodotti privi di etichettatura e, al contempo, lo sfruttamento illecito delle risorse marine.

I numeri del Compartimento marittimo di Roma per le verifiche sui prodotti ittici destinati alle festività natalizie

Anche nell’ambito del Compartimento marittimo di Roma è stata intensificata, dal 6 dicembre scorso, l’attività di controllo volta alla repressione delle condotte illecite inerenti la commercializzazione dei prodotti della pesca, nel quadro dell’operazione nazionale Atlantide, affidata alla Guardia Costiera nell’esercizio delle attribuzioni funzionali che fanno capo al MIPAAF.

I militari della Capitaneria di Porto di Roma e dei Comandi dipendenti di Anzio, Fregene, Torvaianica ed Ostia hanno rivolto l’attenzione sull’intera filiera commerciale che si sviluppa sul territorio, con mirati controlli sui prodotti in fase di importazione alle frontiere presso l’Aeroporto Internazionale di Fiumicino, fino alle verifiche presso gli esercizi commerciali dediti alla somministrazione o alla vendita al dettaglio.

Nel corso dell’attività svolta, in attuazione delle direttive di coordinamento del Centro Controllo Area Pesca (CCAP) della Direzione marittima del Lazio, sono state effettuate 75 ispezioni, che hanno permesso di porre sotto sequestro – ai fini della tutela della salute pubblica – 469 kg di prodotti ittici di dubbia provenienza e redigendo 14 verbali di accertamento di illeciti amministrativi, comminando sanzioni per circa € 20.000 euro.

I dati dell’operazione nazionale sono stati presentati nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri, 21 dicembre, presso il Mipaaf, alla presenza del Sottosegretario di Stato con delega alla pesca marittima e all’acquacoltura, Sen. Francesco Battistoni e dell’Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, Capo Reparto Personale del Comando Generale.
I buoni risultati parziali dell’operazione, che si concluderà il 31 dicembre, testimoniano il costante sforzo delle unità operative della Guardia Costiera a tutela del corretto sfruttamento della risorsa ittica , delle scelte del consumatore e a salvaguardia della qualità del pescato, specie in occasione del picco di domanda che si registra durante le festività un momento in cui più alto è il rischio che vengano poste in essere condotte non conformi alle regole su etichettamento, tracciabilità e qualità del pescato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here