Ostia, Malara: “L’imbarazzante vicenda del concerto di Niko Pandetta”


06/09/2021 – “Dopo i fuochi d’artificio elettorali ad uso e consumo del M5S – pagati con fondi pubblici, assegnati senza bando e poi rimandati in extremis a data da destinarsi – il X Municipio rimedia un’altra sonora ‘figura di melma’. A fronte delle insistenti e sacrosante polemiche di tutte le forze politiche d’opposizione e delle realtà civiche del territorio, si chiude con un’altra imbarazzante ritirata la triste vicenda relativa al concerto lidense del cantante trap-neomelodico Niko Pandetta, che in passato ha espresso delle ‘simpatie’ per la Camorra, o quantomeno per lo ‘zio Turi’ ristretto al 41bis”. Lo dice in una nota Pietro Malara, capogruppo di Fratelli d’Italia nel X Municipio. “Il vice-presidente del X Municipio, nonché candidato presidente alle prossime amministrative, Alessandro Ieva ha prima sfoggiato il consueto repertorio grillino in perfetto stile “io non c’ero e se c’ero dormivo”: in sostanza, come accaduto per lo spettacolo pirotecnico del 31 agosto, ha tentato maldestramente di sottrarsi alle proprie responsabilità per scaricarle esclusivamente sugli organizzatori. Poi ha risposto all’ordine di scuderia e si è accodato alla presidente Di Pillo, affermando con malcelata ipocrisia che il concerto veniva annullato in quanto “il repertorio musicale dell’artista non è in linea con l’offerta musicale e culturale del Municipio”. Ormai ci hanno davvero abituati a tutto, ma in questo caso risulta difficile credere che l’amministrazione non sapesse quanto stesse accadendo, visto che – conclude Malara – la manifestazione è stata a più riprese pubblicizzata da Ieva e compagni. Ancora una volta, mentono e si vedono costretti a fare marcia indietro arrampicandosi sugli specchi: davvero una degna conclusione per un’esperienza politica da dimenticare il prima possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here