Mozzarella blu, un caso a Palocco


06/07/2021 – Un caso di mozzarella blu nel territorio del X Municipio. Nei giorni scorsi infatti da una confezione da 4 di “Fior di Latte Vallelata” sono usciti dei latticini dal caratteristico colore azzurro.
Acquistate il 24 giugno in un supermercato dell’entroterra, l’acquirente Luca F. non ha voluto indicare quale in quanto ha spiegato di trovarsi bene nel punto vendita e di non volerlo danneggiare, nei giorni successivi era avvenuta l’apertura della prima confezione dalla quale era uscito un primo fior di latte con macchie blu. Qualche giorno dopo, a mozzarella non ancora scaduta, l’apertura di un’altra confezione delle tre rimaste e ancora una volta la presenza della colorazione anomala. “Ho segnalato – spiega l’acquirente – la cosa sia al supermercato che al servizio clienti della Vallelata”.

La scoperta della mozzarella blu in una confezione da 4 della Vallelata

Sempre la stessa tipologia di confezione da quattro della Vallelata, marchio di proprietà della Lacatalis, nel settembre del 2020 fu ritirata dagli scaffali in diverse zone d’Italia dopo diverse segnalazioni di colorazioni anomale.

Ma da cosa dipende la colorazione blu?

Il batterio che determina la colorazione anomala delle mozzarelle è difficile da rilevare in fase di produzione, e si ripresenta quando la mozzarella entra a contatto con l’aria. La causa è il Pseudomonas fluorescens che in genere non causa malattie negli esseri umani. Tuttavia, sono riportati rari casi in cui questo batterio ha infettato persone che hanno un sistema immunitario compromesso. Ad ogni modo le sfumature blu non rendono la mozzarella adatta al consumo, in quanto le caratteristiche discostano da quelle tipiche dell’alimento e sono indice di un decadimento qualitativo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here