DIARIO DI BORDO – Oggi il decennale del parco “Clemente Riva” vescovo del dialogo religioso

il giornalista RAI Gianni Maritati presidente Associazione Clemente Riva e l'indimenticabile Guido Marongiu primo Capo Gruppo pluriconfessionale Ostia Assoraider

La cittadina di Ostia e il suo Territorio sono chiamati a partecipare ad una giornata di memoria davvero importante: oggi dalle 17.00 alle 20.30 presso la casetta del Comitato Ostia Nord, Via delle Baleniere, verrà celebrato il decennale dell’intitolazione del Parco a Clemente Riva (inaugurato 14 anni orsono) storico Vescovo ausiliare del settore Roma Sud e di Ostia definito dalla storia ‘vescovo del dialogo religioso’ per il suo carisma all’incontro tra le diversità, le culture e i centri di culto. Che ogni 10 Luglio possa essere il giorno nel quale ammirare un Parco bello e funzionale.

Nell’immagine principale possiamo ammirare uno tra i momenti dello svelamento della lastra marmorea e che rimarrà indelebile; in particolare il presidente Gianni Maritati dell’Associazione Clemente Riva insieme al primo capo del gruppo scout formato da ragazzi di tutte le confessioni religiose Ostia Assoraider Guido Marongiu, realtà attivata un anno prima dal Progetto PACIS della Ciurma Associazione e Provincia di Roma. Clemente Riva è un’architrave dell’identità multi culturale della cittadina e di Roma intera: fu lui l’artefice regista dello storico incontro, avvenuto dopo millenni, tra San Giovanni Paolo II e la Comunità ebraica di Roma.

“In questa importante giornata nella quale ricordiamo un grande Vescovodichiara mons. Dario Gervasi Vescovo ausiliare settore Sud di Roma e Vescovo di Ostia e Ostia Antica – volevo soffermarmi non solo sulla sua importanza culturale, per il dialogo religioso, ma anche riflettere sulla figura di un Pastore molto vicino alla gente, tanto è vero che girando oggi tra le parrocchie di Roma e del settore sud incontro tante persone che si ricordano personalmente di lui, che mi dicono: lui si ricordava i nostri nomi quando ci incontrava. Penso che avere intitolato un Parco a Ostia non solo è un senso di riconoscenza ma può essere un modo per fare come faceva lui: essere presenti nella città, nel quartiere, nelle nostre parrocchie, ad amare la casa comune, essere in mezzo alla gente come fanno i cristiani.”

Lo spirito di Clemente Riva Vescovo vive come non mai in Ostia perché il suo testimone al raduno delle religioni e a quell’umiltà che avvicina le persone è stata ripresa e anzi rafforzata dai suoi successori; al Vescovo Schiavon, che suggellò la benedizione del Parco, è proseguito l’impegno eroico di Augusto Paolo Lojudice oggi Cardinale Arcivescovo di Siena – tanto che tutti ne rivedevano i tratti caratteristici della pastorale  – e poi ancora con la scelta di vivere nel quartiere il Corpus Domini e altre importanti momenti liturgici insieme a Gianrico Ruzza Vescovo, oggi in Civitavecchia e Fiumicino Porto Rufina; infine continua oggi stesso con Dario Gervasi attuale Vescovo di Ostia e del Settore Sud che oggi presenzierà alla memoriale giornata e che raccoglie i frutti dei suoi predecessori.

“I 10 anni dall’intitolazione ufficiale del Parcodichiara il giornalista RAI Gianni Maritati –  sono per noi dell’associazione culturale Clemente Riva motivo di particolare orgoglio ma anche e soprattutto uno stimolo alla responsabilità che si estende a tutta la cittadinanza. Dobbiamo salvaguardare le aree verde, offrire un futuro “green” alle nuove generazioni, impegnarci nello sviluppo della cultura e della solidarietà”

L’appello che si desidera chiaramente lanciare verso questa e anche le successive Amministrazioni Pubbliche è il recupero dell’attuale Parco e la sua gestione in sicurezza e continuità, dedicando una programmazione chiara efficace ed efficiente dell’ampio spazio verde che sia accessibile a tutti i cittadini aperto a qualsiasi famiglia lo voglia partecipare con rispetto e cura perché è un Bene Comune di tutti che va salvaguardato con attenzione e amore. 

La Ciurma – Sdt

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here