Caos traffico, le accuse dell’opposizione. “I cittadini hanno ragione a protestare”


28/05/2021 – Ancora una giornata di caos traffico per il litorale romano. Incolonnamenti si sono infatti registrati per tutta la giornata lungo le principali vie di collegamento da e per la capitale. Una situazione che dopo le proteste dei cittadini, rimasti imbottigliati nel traffico anche per oltre un’ora, ha portato adesso ad accendersi il dibattito politico.

“Ostia è ormai divorata dalle auto, con file e smog ovunque a qualsiasi ora, complice anche aver tolto una corsia sul lungomare e i cittadini hanno perfettamente ragione a protestare, perché ostaggi dell’ottusità a cinquestelle”. È quanto dichiara Andrea Bozzi, capogruppo di” Sogno Comune” in Municipio X.
“E chi davanti alle legittime lamentele risponde prendendosela con gli automobilisti brutti e cattivi al solo cieco motto di “w le ciclabili, meglio questa di niente”, ribalta semplicemente la responsabilità di chi non ha voluto programmare una mobilità complessiva, per puntare invece il dito contro la gente che paga le tasse e che se deve andare a lavoro o a portare i figli a scuola, avrebbe il sacrosanto diritto di potersi muovere liberamente, anziché restare prigioniero un’ora tra le lamiere per fare un paio di chilometri. Non tutti possono permettersi di passeggiare a piedi o in bici tutto il giorno e basta facendo su e giù sul lungomare, le persone lavorano, hanno esigenze familiari e questi cittadini, che già pagano le carenze del trasporto pubblico, Roma-Lido in primis, andrebbero ascoltati e rispettati, altro che essere colpevolizzati!. La cosa più sconcertante, poi – aggiunge Bozzi – è che nel frattempo dal dibattito pubblico e politico è completamente sparita qualsiasi idea di progettualità di nuove opere per migliorare la mobilità della nostra città, qualsiasi progetto come l’asse su via dei Quinqueremi alternativo al lungomare o la vecchia idea della cosiddetta tangenziale a nord. La responsabilità purtroppo è di chi procede solo a spot, minaccia di incatenarsi addirittura per difendere una ciclabile che sarebbe stata una grande opportunità ed è invece diventata un problema perché fatta male e senza tener conto delle ricadute complessive sul traffico cittadino. E con i cantieri che ipotizzano di fare in piena estate – conclude Bozzi – andrà sempre peggio. Con l’aggravante del richiamo di Polizia Locale e Vigili del Fuoco in termini di sicurezza che mi pare restino del tutto inascoltati, mentre anche in bus fanno le lunghe file sul lungomare”.

“Dopo cinque anni di “nulla cosmico”, durante i quali ci siamo tutti interrogati sull’effettiva esistenza di un’amministrazione impalpabile chiamata a gestire il territorio, anche nel X Municipio assistiamo a un improvviso proliferare di cantieri, che coincide assai curiosamente con la fine della consiliatura ormai prossima”. A dirlo è Pietro Malara, Consigliere di Fratelli D’Italia. “Purtroppo, la smania elettorale del Movimento 5 Stelle sta però compromettendo la qualità della vita dei cittadini, già piuttosto modesta. Basti pensare all’odissea quotidiana di quanti sono costretti a muoversi in auto e subiscono i disagi dovuti ai lavori in corso contemporaneamente su viale dei Romagnoli e via Cristoforo Colombo. La mancanza di una seria programmazione ha determinato il collasso della viabilità locale, con risvolti preoccupanti relativi alle operazioni di soccorso: ieri pomeriggio, per l’ennesima volta, i mezzi dei Vigili del Fuoco sono rimasti imbottigliati nel traffico mentre si recavano a spegnere un incendio nella pineta di Castelfusano. E così centinaia di automobilisti sul lungomare di Ostia, sacrificato alla causa di una deleteria pista ciclabile “transitoria” che tra poco compirà un anno e non si sa bene quando diverrà “definitiva”. Purtroppo, – conclude Malara – non tutti abbiamo la possibilità di girare in monopattino come il consigliere capitolino Paolo Ferrara, che tempo fa si è fatto immortalare sulla pista legato a una catena. Gli proponiamo di ripetere l’iniziativa in questi giorni, incatenandosi accanto alle interminabili file di auto, così da ricevere direttamente il responso dei cittadini in merito alle sue idee geniali”.

“Traffico congestionato a Ostia, lunghe code, inquinamento, assenza di parcheggi e passaggio dei mezzi soccorso ostacolati. In queste condizioni il lungomare di Ostia si appresta ad affrontare la stagione estiva tra file interminabili e strade bloccate non solo nei week-end ma anche durante la settimana”. Così in una nota il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni. “Una situazione insostenibile, da rivedere il prima possibile evitando le strumentalizzazioni del Movimento 5 Stelle che continua a minimizzare i danni di una pseudo pista ciclabile che sta creato infiniti disagi ai residenti.” Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni che aggiunge: “Il lungomare è una strada ad alta percorribilità e costituisce un collegamento fondamentale per residenti di Ostia ma le insensate modifiche alla viabilità a causa della pista ciclabile l’hanno di fatto ridimensionata al punto di non riuscire a contenere la viabilità nemmeno in condizioni ordinarie. Impensabile muoversi in queste condizioni, sia per gli automobilisti così come per le ambulanze in emergenza o alle necessità dei servizi d’ordine pubblico. Occorre andare alla radice del problema, serve un piano alternativo per la viabilità soprattutto in vista dell’estate. Torno a ripetere che il mare di Roma che va tutelato con il potenziamento dei mezzi pubblici, con gli investimenti sulla Roma-Lido e una rimodulazione dell’attuale tratto di ciclabile che tiene in ostaggio la viabilità del territorio.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here