Litorale, controlli dei carabinieri. 3 in manette e 3 denunciati

24/04/2021 – È di 3 persone arrestate e altre 3 denunciate a piede libero il bilancio dei controlli svolti negli ultimi due giorni dai Carabinieri.

Ad Ostia, i militari hanno arrestato un cittadino di origini cilene di 29 anni, residente ad Nuova Ostia. L’uomo, con precedenti per reati contro la persona, il patrimonio e la pubblica amministrazione, nonostante si trovasse agli arresti domiciliari, è stato sorpreso mentre stava passeggiando tranquillamente in strada. Il 29enne, che alla vista dei Carabinieri ha tentato di allontanarsi, è stato bloccato e riportato agli arresti domiciliari, in attesa delle decisioni del Magistrato competente.

Sempre ad Ostia, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato una donna, di origini cilene, senza fissa dimora, per furto aggravato. La sudamericana, insieme a due complici ancora in corso di identificazione, si sono introdotti in un’edicola e, dopo aver distratto il titolare, hanno rubato dalla cassa circa 1.300 euro, dandosi poi alla fuga. Allertati dalla vittima, i Carabinieri sono riusciti a bloccare la 36enne, mentre i suoi “soci” sono riusciti a far perdere le loro tracce. La donna è stata arrestata e trattenuta nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa dell’udienza di convalida.

Ad Acilia, i Carabinieri hanno portato a termine un’operazione antidroga che ha consentito l’arresto di un 40enne. I militari, da alcuni giorni avevano notato un insolito “fermento” nei pressi di un’abitazione di via Padre Benedetto Spila. L’irruzione dei Carabinieri ha scoperchiato l’attività di spaccio dell’uomo: nella casa, infatti, sono stati rinvenuti – occultati in appositi nascondigli – oltre 80 grammi di cocaina, già suddivisi in singole dosi, quasi 10 grammi di hashish, materiale per la pesa e il confezionamento delle dosi e la somma di 5.220 euro in contanti, ritenuta provento dell’illecita attività. Il pusher è finito in manette ed è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri della Stazione di Vitinia, impegnati in un servizio di controllo del territorio insieme ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ostia, hanno notato del fumo provenire dalla sede di una società di costruzioni. Immediatamente intervenuti, i militari hanno sorpreso 2 dipendenti della ditta mentre stavano dando fuoco ad un cumulo di rifiuti. I Vigili del Fuoco, allertati dai Carabinieri, sono riusciti in breve tempo ad estinguere le fiamme. Il rogo, appiccato a rifiuti di vario genere – alcuni dei quali altamente tossici – è costato ai 2 operai ed al titolare dell’impresa, la denuncia a piede libero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here