Infernetto, “cimici” e gps per controllare l’ex compagna. In manette un 51enne

23/04/2021 – Nella giornata di ieri, al termine di un’approfondita attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Ostia Antica hanno arrestato, su disposizione del Tribunale di Roma, un 51enne residente all’Infernetto.
A seguito della denuncia sporta nel mese di marzo dalla ex compagna dell’uomo, i militari hanno ricostruito un’agghiacciante vicenda, durata quasi 2 anni, accertando come il comportamento dell’uomo fosse talvolta giunto a rasentare la follia. L’uomo, al quale in via preventiva erano già state sequestrate alcune armi lecitamente detenute, nel corso del tempo è infatti passato dagli insulti alle minacce di morte ed infine a vere e proprie aggressioni fisiche. L’uomo non si era fatto scrupoli ad installare un programma di spyware sul cellulare della vittima ed un dispositivo GPS sulla sua autovettura, in modo da poterla continuamente “controllare”, tanto da portare la donna a vivere in uno stato di continuo terrore.
Alla luce degli elementi raccolti dai Carabinieri, l’aguzzino è stato sottoposto agli arresti domiciliari, anche mediante l’applicazione di un apposito braccialetto elettronico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here