OSTIA SEGRETA – Lo stabilimento balneare Kursaal

Nel 1950 Attilio Lapadula ebbe l’incarico di progettare uno stabilimento balneare sul Lido di Ostia. Lo stabilimento doveva, secondo il programma, rappresentare quanto di più

Veduta circolare dello Stabilimento balneare Kursaal a Ostia, 1950. Il progetto fu commissionato a Attilio Lapadula ed eseguito dalla Societa’ Ingg. Nervi & Bartoli (Privato, Fondo Attilio Lapadula)

moderno fosse possibile realizzare nell’Italia del Dopoguerra. La sistemazione dell’arenile con il ristorante, le piscine (una delle quali olimpionica), le cabine e il sistema di percorsi, aree verdi e attrezzature rispettavano questo obiettivo.
Anche l’architettura doveva essere altrettanto “moderna”. Per questo, dopo aver progettato la struttura “a fungo” autoportante della rotonda-ristorante, Lapadula volle che fosse eseguita dall’impresa Nervi & Bartoli, che aveva messo a punto una tecnologia molto avanzata a conci prefabbricati. Lo stesso avvenne per il trampolino sostenuto da una struttura in ferrocemento circolare.
Il carattere innovativo venne compreso e apprezzato. Il Kursaal per molto tempo divenne lo stabilimento simbolo della rinascita di Ostia e del boom economico a Roma. Di tutto ciò oggi rimane solo la testimonianza dei film di Federico Fellini e Alberto Sordi che utilizzarono come set lo stabilimento.

 

(fonte S.a.n – Sistema Archivistico Nazionale)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here