Ostia, botta e risposta sulla fontana della Posta Centrale

25/02/2021 – La fontana della Posta Centrale è al centro di un botta e risposta tra maggioranza ed opposizione dopo la bocciatura questa mattina della mozione, presentata da Andrea Bozzi, capogruppo di Sogno Comune in Municipio X che chiedeva di attivare la presidente del X Municipio Di Pillo per chiedere agli enti coinvolti la tutela della fontana.

“Evidentemente – commenta Bozzi – il vergognoso degrado della Fontana nel Palazzo delle Poste centrali di Ostia, con i pavimenti in preziosissime ceramiche d’epoca ormai avvolti nelle erbacce infestanti, non è un problema per la maggioranza a cinquestelle del Municipio, che stamattina ha bocciato in Consiglio una mia mozione dove chiedevo semplicemente di scomodare la Presidente Di Pillo affinché si attivasse urgentemente verso gli enti e le autorità competenti chiedendo loro conto dello scempio che tutti possono vedere nell’edificio realizzato dal Mazzoni negli anni trenta, impreziosito dalla magnificente fontana del vetraio muranese Martinuzzi. Non sia mai che la Presidente, sempre molto impegnata a prendere indicazioni dal Campidoglio, si debba prendere la briga di rappresentare l’indignazione dei suoi cittadini verso chi è responsabile di un inaccettabile degrado nell’edificio prestigioso all’ingresso di Ostia, che offende non solo il decoro, ma anche la storia e l’identità della nostra comunità. Naturalmente andrò avanti con mie iniziative verso enti ed autorità preposte, ma è chiaro a tutti che un documento condiviso dal Consiglio e un intervento della Presidente avrebbe avuto tutt’altro peso per la soluzione del problema”.
“Non sono sorpreso, ma soltanto sconfortato – aggiunge Bozzi – perché per quanto abbia sempre cercato di dare un contributo costruttivo e non di parte, questo sistema di bocciare la maggior parte dei documenti delle opposizioni, soltanto perché non presentati dalla maggioranza, va avanti da tre anni. E mi auguro da cittadino che chi verrà dopo di loro abbia l’umiltà, ma anche la scaltrezza di governare in modo non fazioso, prendendo tutto il buono delle proposte consiliari, a prescindere da chi le presenta, perché siamo tutti portatori di problemi o di soluzioni che, se valide o utili, non dovrebbero mai avere colore”.
A rispondere a Bozzi è una nota del gruppo M5S del Municipio Roma X. “Questa amministrazione – si legge nella nota pentastellata – ha mostrato più volte, come ha a cuore i simboli del territorio, che ne rappresentano soprattutto la sua storia.

Una amministrazione sempre attenta a queste tematiche, basti pensare alla ristrutturazione della Fontana dello Zodiaco, all’ interessamento verso gli scavi della Villa di Dragona, la collaborazione con il parco archeologico, l’istallazione di nuova illuminazione al borgo di Ostia Antica e tanti altri importanti interventi, scaturiti da atti presentati da noi in consiglio. Siamo consapevoli che ad oggi, la fontana della posta centrale di Ostia, sita all’interno di uno dei palazzi storici e simbolo della nostra storia, versa in uno stato di trascuratezza che non da giustizia al territorio.
Oggi in aula su un documento dell’opposizione ci siamo dovuti astenere nell’espressione del nostro voto, circa la fontana stessa, ma solo perché abbiamo ritenuto che la problematica non possa essere sbrigata con un semplice documento.
Vogliamo, approfondire e vederci chiaro, ed è per questo che convocheremo prestissimo una commissione “ad hoc”, invitando tutti gli attori responsabili, Poste S.p.A. come proprietario e tutti gli altri enti responsabili, per la salvaguardia del bene storico.
Al momento da quanto abbiamo appreso, sono in atto lavori di ristrutturazione del palazzo, ma non si sa precisamente se riguardano anche la fontana, e se siano previsti o meno interventi.
Una commissione, potrebbe acquisire maggiori informazioni, – concludono i cinquestelle – anche su costi e tempi e dare risposte concrete alla cittadinanza attraverso dati alla mano.
Come amministrazione vogliamo collaborare, nonostante non abbiamo diretta competenza, ma come abbiamo sempre sostenuto, l’unica cosa che conta è giungere alla riqualificazione per vedere tornare a splendere e funzionare la fontana, come in passato”.

1 COMMENTO

  1. Vorrei portare all’attenzione della presidente Di Pillo lo stato di degrado di viale della marina e in particolare dello spartitraffico nel tratto che inizia da piazza dei Ravennati. Sono anni che non viene fatta la minima pulizia è piena di erbacce e un vero immondizzaio così come lo spazio sotto il portico dove c’è l’albergo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here