Sinistra Italiana: “Proposta di riqualificazione dell’Idroscalo. L’annuncio degli Assessori Vivarelli e Montuori sul Social Housing è casuale?”


07/10/2020 – “A metà settembre durante un Consiglio straordinario del X Municipio di Roma Capitale la maggioranza ha approvato un documento che contiene, all’interno di generiche intenzioni e vaghi propositi, la riqualificazione di Idroscalo. Facciamo chiarezza. Innanzitutto non parliamo di un progetto, così come sbandierato urbi et orbi dal M5S locale, ma di una proposta con cui Roma Capitale ha partecipato all’avviso pubblico promosso dalla Regione Lazio al fine di selezionare Progetti di Edilizia Residenziale Sociale”. A dirlo è Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio.

“Il finanziamento Statale sul programma previsto nel X Municipio è di 10 mln di euro a cui si aggiunge un cofinanziamento di Roma Capitale di quasi 6 mln di euro. L’elenco delle proposte vincitrici, tra cui la proposta di Roma Capitale, verrà trasmesso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al fine dell’approvazione, con successivo Decreto, dell’elenco dei soggetti ammessi al finanziamento. Solo dopo questo passaggio si attiverà la fase progettuale vera e propria. Quindi non ci troviamo davanti ad un progetto ma ad una proposta che dovrà seguire un itinerario amministrativo molto articolato quanto complesso anche in termini di analisi di fattibilità. Ma non basta. Una trasformazione urbana come quella vagamente tratteggiata in aula dalla maggioranza grillina necessita di un ampio coinvolgimento anche dei cittadini, così come previsto anche dalla Delibera 57 del 2006, ma questo aspetto sembra proprio non essere preso in considerazione da chi governa il nostro territorio. Al netto di questa parentesi, c’è però un tema più vasto che ricade su tutta l’area di Ostia Ponente, non solo su idroscalo. Da un lato c’è la vicenda relativa alle “case di sabbia” Armellini su cui da tempo è sceso un silenzio glaciale, dall’altro lato ci sono gli Assessori Vivarelli e Montuori che, proprio mentre in Municipio si presentava la proposta di riqualificazione di Idroscalo, acclamavano l’approvazione in Campidoglio della Convenzione Sociale e cioè dell’avvio del “Social Housing” come strumento per superare l’emergenza abitativa. Va fatta chiarezza. Il “Social Housing”, nonostante un ingannevole e suadente nome, non ha nulla a che vedere con la realizzazione di case popolari di proprietà pubblica, con le politiche abitative, o con la riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico ad oggi disponibile. Quando parliamo di Social Housing parliamo semplicemente di edilizia privata in convenzione e quindi, per l’ennesima volta, della scelta di dare risorse pubbliche a soggetti privati per trarne profitto, un profitto spesso deregolamentato e in linea di massima “calmierato” per una manciata di anni. Tradotto, anche sul tema del diritto all’abitare, l’Amministrazione pubblica ha ceduto il passo alle logiche del mercato e del profitto. Il combinato disposto fra gli annunci della maggioranza in Municipio sulla proposta di riqualificazione di Idroscalo e gli annunci degli Assessori Vivarelli e Montuori in Campidoglio sul “Social Housing”, consapevolmente confuso con scelte di politiche abitative e realizzazione di nuove case popolari, lascia presagire che su Ostia Ponente si stia apparecchiando qualche bell’affare di qualche privato che verserà cemento in “convenzione” al fine di trarne un profitto “calmierato”. Per questo – conclude – chiediamo una più ampia discussione sul tema della riqualificazione di Idroscalo e contestualmente del percorso per l’acquisizione delle “case di sabbia” Armellini, due argomenti fortemente connessi, prevedendo un diretto coinvolgimento dei cittadini che hanno il diritto di partecipare alla discussione su questa grande trasformazione urbana avviata nel nostro Municipio. Rimane l’amarezza di una cocente verità e cioè che anche durante la consiliatura del “cambiamento”, il profitto dei privati viene prima del diritto all’abitare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here