Litorale, controlli dei carabinieri. 4 arresti e 1 denuncia

18/9/2020 – Proseguono, senza soluzione di continuità, i servizi di controllo del territorio da parte dei Carabinieri di Ostia per la prevenzione e la repressione dei reati in genere. Nelle ultime ore, il bilancio è di 4 persone arrestate ed 1 denunciata.
Nella giornata di ieri, al termine di un’articolata attività investigativa dei Carabinieri di Ostia, è stato rintracciato, all’interno di un’abitazione a Centro Giano, un ricercato 26enne. L’uomo, un pregiudicato di origine polacca, nel 2017, nel tentativo di sfuggire alla giustizia, aveva lasciato il proprio Paese dove era stato condannato ad un anno di reclusione per reati contro il patrimonio. Le Autorità polacche hanno quindi emesso nei suoi confronti un Mandato di Arresto Europeo. Sospettando che il malfattore si fosse diretto in Italia, ne è stata avviata la ricerca su tutto il territorio nazionale, finché i militari hanno individuato il malfattore, procedendo al suo arresto. L’uomo è stato accompagnato presso la casa circondariale Rebibbia, in attesa di essere estradato.
Sempre ieri ad Ostia, nel corso del pomeriggio, i Carabinieri hanno arrestato in via Algajola, un giovane 23enne romano per estorsione. L’uomo, dalla notte precedente sino al pomeriggio, ha aggredito verbalmente la propria madre, minacciandola anche di morte, al fine di indurla a farsi consegnare del denaro, che avrebbe poi utilizzato per acquistare dosi di droga. La richiesta di aiuto della donna impaurita, alla Centrale Operativa dei Carabinieri ha fatto precipitare la pattuglia nella zona, che in breve è riuscita ad individuare l’uomo in strada, e lo hanno bloccato. Il 23enne violento è stato accompagnato nel carcere di Rebibbia.
I Carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato per evasione un 31enne, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, già ristretto agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, è stato sorpreso da una pattuglia mentre passeggiava in strada privo di alcuna autorizzazione. L’uomo è stato riaccompagnato presso il proprio domicilio e, al termine del rito di convalida per lui si sono aperte le porte del carcere di Velletri.
A Fiumicino, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato, in flagranza di reato, un 31enne con precedenti per furto aggravato. L’uomo, nel corso della notte, si è introdotto all’interno di un ristorante del centro mediante l’effrazione di una delle finestre. Il malfattore non si è tuttavia accorto di avere attivato l’allarme del locale, che ha automaticamente allertato sia i Carabinieri sia il titolare dell’esercizio commerciale. I militari, prontamente intervenuti sul posto, hanno così colto in flagranza di reato il malfattore e la sua complice, una 36enne già nota alle forze dell’ordine, che lo aspettava all’esterno del locale in una vettura in sosta. L’uomo è stato ristretto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, mentre la donna è stata denunciata in stato di
libertà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here