Litorale, controlli dei carabinieri. 3 arresti e 4 denunciati



07/09/2020 – Proseguono senza sosta i servizi di controllo del territorio dei Carabinieri di Ostia, che, nel fine settimana, hanno portato all’arresto di tre persone e alla denuncia a piede libero di altre quattro.

Ad Ostia Antica, i Carabinieri hanno arrestato, su disposizione del Tribunale di Civitavecchia, un 24enne già sottoposto alle misure dell’obbligo di dimora e di presentazione in caserma per reati contro la persona. Il giovane, a seguito delle reiterate violazioni alle citate misure, puntualmente segnalate dai militari della locale Stazione, è stato infine sottoposto agli arresti domiciliari. La nuova misura, però, non ha impensierito più di tanto il malfattore che, già dal giorno successivo, è stato sorpreso per ben due volte all’esterno del luogo di detenzione ed è stato nuovamente arrestato dai Carabinieri. L’uomo, ristretto per l’ennesima volta presso il proprio domicilio, si trova in attesa delle ulteriori decisioni dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso della serata di ieri, i Carabinieri di Ostia sono intervenuti in un’abitazione di Vitina dove era stata segnalata una lite animata. Giunti sul posto, i militari hanno accertato che la richiedente, una 50enne romana, era stata avvicinata dall’ex marito, un 52enne con precedenti, in evidente stato di alterazione psicofisica, che si era poi improvvisamente barricato all’interno dell’abitazione di quest’ultima. L’esagitato, alla vista dei Carabinieri, ha nuovamente dato in escandescenze, ingiuriando ed aggredendo gli operanti nel tentativo di darsi alla fuga. L’uomo è stato però prontamente bloccato dai militari che, dopo averlo riportato alla calma, lo hanno denunciato in stato di libertà.
A Fregene, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà una 40enne del posto, sorpresa, al termine di un mirato servizio, in possesso di 6 piante di marijuana all’interno di alcuni vasi sul balcone della sua abitazione. La donna è stata denunciata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre la droga rinvenuta è stata sequestrata in attesa di essere distrutta.
Nel pomeriggio, i Carabinieri sono intervenuti in via Ottone Fattiboni dove era stata segnalata un’aggressione all’interno di un supermercato. Giunti sul posto, i militari hanno accertato che poco prima un giovane aveva aggredito per futili motivi uno dei commessi dell’esercizio commerciale, dandosi poi alla fuga. I Carabinieri hanno individuato l’aggressore, notato mentre dopo aver infranto una finestra del vicino istituto scolastico, si introduceva all’interno. Inseguito il malfattore, i Carabinieri lo hanno raggiunto sul tetto dell’edificio e resisi conto che il giovane versava in un evidente stato di alterazione, nel timore che potesse compiere qualche gesto autolesionistico, hanno intavolato una conversazione con il malcapitato, riuscendo a convincerlo a scendere dal tetto. Il giovane, appena 18enne, è stato affidato alle cure dei sanitari ed è stato ricoverato presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Bambino Gesù di Roma.

Al termine di un’articolata attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Ostia Antica hanno rintracciato e denunciato due cittadini extracomunitari, entrambi già noti alle forze dell’ordine. I militari hanno infatti accertato che i due, dopo essersi impossessati della carta Postamat di una coppia di anziani, avevano fraudolentemente utilizzato il titolo di credito per effettuare acquisti per la somma di oltre 4.000 euro. I malfattori, grazie anche ad una serie di riconoscimenti fotografici, sono stati così identificati e denunciati in stato di libertà dai Carabinieri che nell’occasione sono anche riusciti a recuperare una parte degli oggetti
acquistati dai due.

Infine, sono finiti in manette due pregiudicati che, già sottoposti agli arresti domiciliari per reati contro la persona ed il patrimonio, sono stati riconosciuti in strada dai Carabinieri che pattugliavano la zona, al di fuori dei rispettivi luoghi di detenzione, privi di qualsivoglia autorizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here