Municipio X, con l’app Vox City le bellezze del territorio a portata di cellulare


17/07/2020 – Si chiama Vox City ed è una App molto seguita nell’ambito turistico con la quale in modo semplice e funzionale è possibile avere una guida a portata di cellulare. Da qualche giorno, oltre alle bellezze del Centro di Roma legate alla sua storia e non solo, ci sono anche le bellezze del Mare di Roma e quindi del Municipio X: edifici storici, il Porto Turistico di Roma, il Parco Archeologico, situazioni legate all’Ambiente quali la Lipu. In tutto 12 punti che possono essere visti e letti in sette lingue.

Questa mattina, nell’Aula consiliare Massimo Di Somma, la presentazione alla stampa dell’iniziativa targata Municipio X ed in particolare Assessorato alle Attività produttive e al Turismo, di Damiano Pichi.

Nel portare il suo saluto ai presenti, la Presidente del Municipio Giuliana Di Pillo ha ricordato come “sin dall’insediamento questa Amministrazione ha pensato a come promuovere il Mare di Roma ed in questi due anni abbiamo lavorato in questo senso. Un esempio? Ci siamo subito resi conto che il Mare di Roma non era sulle mappe abitualmente in uso. Abbiamo quindi provveduto a cambiare le cose. Oggi presentiamo un nuovo progetto grazie al quale il nostro territorio avrà la giusta visibilità, quella che merita. Stiamo facendo partire una macchina ferma da anni. È un primo passo al quale ne seguiranno altri ”.

Come ha affermato la Presidente – ha dichiarato l’Assessore Pichi – sin dal primo momento abbiamo elaborato una serie di progetti e siamo partiti con i 5mila euro di investimenti che lo scorso anno sono diventati 105mila. Nell’ambito della promozione turistica e sempre lo scorso anno, abbiamo pubblicizzato il Mare di Roma con gigantografie poste nei corridoi della metropolitana e sui tornelli e, recentemente anche sui vagoni della linea A. Inoltre siamo inseriti anche in RomaPass, la card per l’accesso ai più importanti musei della Capitale. Ed ancora e sono orgolgioso di annunciarlo qui oggi, in novembre per la prima volta alla fiera del turismo archeologico di Paestum, ci sarà uno stand del Municipio X, anch’esso ricco di importanti presenze archeologiche come gli Scavi di Ostia Antica”.

“Il nostro obiettivo primario è sempre stato quello di promuovere le bellezze del territorio – ha esordito la Presidente della Commissione Attività Produttive e turismo Sabrina D’Alessio – abbiamo visto in questi mesi il ritorno dei delfini, segno evidente dell’importanza delle nostre bellezze naturali oltre che di quelle culturali. Ringrazio l’Assessore Pichi, per noi della Commissione, un faro al quale fare rifenrimento”.

Anche il Direttore Carla Scarfagna si è dichiarata “molto soddisfatta di questo progetto che porta in primo piano una location meravigliosa come quella del Municipio X. È un importante segnale di ripresa per il nostro territorio e per l’intera Capitale”.

All’incontro con la stampa e con una rappresentanza degli imprenditori locali (peraltro molto favorevoli all’iniziativa) erano presenti anche rappresentanti di Vox City e, tra questi, l’Amministratore delegato Fabio Primerano il quale ha sottolineato come al primo posto nella creazione della APP ci sia stata la motivazione “di promozione del territorio italiano, intesa come conoscenza di attrazioni nuove oltre alle usuali, nel caso di Roma, il Colosseo o Fontana di Trevi. Sono oltre 5mila persone che ogni giorno consultano la nostra APP e siamo felici che anche un territorio così importante come quello del Mare di Roma ne faccia parte”.

Raffaella Scarano product manager di Vox City ha sottolineato come sia importante “il rapporto con le Istituzioni. Un discorso che, in questo caso, ha come obittivo quello della promozione di questo importante Municipio. La nostra intenzione è quella di portare il turista dal centro della città alla scoperta di luoghi come questo e con una visione a 360 gradi che prevede anche percorsi enograstronomici”.

 Ci siamo dati un obiettivo primario – ha esordito Giuliana Tredici, project manager di Vox – quello di dare uno strumento di destinazione ai turisti che hanno il loro tempo ed il loro ritmo. La nostra APP può essere seguita all’estero così da consentire al visitatore di scegliere percorsi di loro gradimento. Il turismo sta cambiando, anche alla luce dell’emergenza sanitaria in atto, ed è per questo che offriamo anche spunti quali il matrimonio in spiaggia, le Secche di Tor Paterno o l’Oasi della Lipu”.

Per Gabriella Paolino di Zètema e Roma Pass “fondamentale è poter allungare la permanenza a Roma dei turisti e per questo abbiamo allargato il giro di orizzonti che porta ad una conoscenza più ampia della Capitale e magari invita anche a tornare per visitare altri luoghi. Bisogna investire nel futuro e nel dopo Covid, anche con un turismo all’aria aperta, al mare e al verde”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here