Legambiente: “Atac lascia senza Bus le spiagge libere di Castelporziano e Capocotta”


03/06/2020Ogni anno a Ostia, con l’arrivo della stagione balneare, entra in vigore un potenziamento dei bus di ATAC che, dalle fermate del treno Roma – Lido, portano decine di migliaia di persone al giorno verso le spiagge libere di Catelporziano e Capocotta; per questa stagione balneare, complicata all’inverosimile dall’emergenza sanitaria e dall’obbligo di distanziamento sociale, ATAC lascia completamente senza bus la grande spiaggia libera di Roma: 4,2 chilometri di litorale dove, ad oggi, arrivare con il trasporto pubblico è impossibile, perché nei giorni feriali c’è un autobus ogni 90 minuti e nei festivi niente.

“Incredibile che ATAC abbia lasciato la grande spiaggia libera di Roma senza un servizio di trasporto pubblico degno – commentano Elisabetta Studer presidente del circolo Legambiente Litorale Romano e Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. chiediamo al Campidoglio, al Municipio e all’Azienda di intervenire immediatamente per correggere un errore clamoroso. Peraltro, per permettere e garantire il distanziamento sociale necessario, in questa stagione dovrebbero esserci molti più bus a portare i romani nelle spiagge libere di Capocotta e Castelporziano, invece inizia l’estate e, non solo non ci sono più autobus delle scorse stagioni ma degli autobus balneari non ce n’è neanche l’ombra, e ci ritroviamo la più grande spiaggia libera della capitale, nel cuore della Riserva Statale del Litorale, completamente senza trasporti pubblici”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here