Domenica da incubo nel X Municipio. Appena 14 vigili urbani in servizio su tutto il territorio


21/6/2020 – Appena 14 agenti della Polizia Locale del X Gruppo per garantire la sicurezza di tutto il X Municipio. E’ il numero, drammatico, del dispiegamento di forze che ha segnato la domenica appena trascorsa. Una domenica caratterizzata dal traffico in tilt sulla via Litoranea con oltre un’ora e mezza necessaria per percorrere il tratto tra Ostia e Torvaianica e dove gli autisti dei bus si sono visti costretti al “fai da te” e gestire in prima persona il traffico, un incidente mortale che ha bloccato per diverse ore sei agenti sul Lungomare, la sosta selvaggia dilagante e infine migliaia di romani che complice la bella giornata si sono riversati sul Litorale. Una situazione critica, diretta conseguenza del mancato invio di personale da Roma a sostegno dei colleghi di Ostia ma anche, per la prima volta da diversi anni, della totale assenza dei fondi per gli straordinari degli uomini della polizia locale, stanziamenti quelli inviati da Roma Capitale, che consentivano di “tamponare” la carenza di personale durante il fine settimana. Un quadro sul quale già da tempo i sindacati, inascoltati, avevano lanciato l’allarme. Il personale di Ostia fa quello che può ma con risorse pressoché inesistenti poco possono fare. “Domenica da incubo per il X Municipio – spiegano Raffaele Paciocca, RSU CISL FP e Andrea Venanzoni, CISL FP – Scene di sosta selvaggia ovunque, bus e autoambulanze bloccate, servizio anti-incendio in pineta su cui per altro si stanno addensando già problemi di coordinamento, e un incidente mortale da rilevare il quale, essendo attività di polizia giudiziaria, deve essere approcciato con estrema cura e attenzione e che richiede un numero adeguato di personale operante.  Per far fronte a questo scenario oggettivamente molto pesante, in servizio vi erano solo 14 tra funzionari e agenti di polizia locale. 14, non è uno scherzo.
Senza alcun organico ausilio da Roma, senza dotazioni economiche, il gruppo di Ostia, stremato e pesantemente sotto organico come non ci stanchiamo di denunciare ormai da anni, mai davvero considerato da Roma come evidente anche nelle assegnazioni numeriche di personale neoassunto, deve far fronte a scenari simili con 14 persone che pur dando l’anima e dopo mesi di controlli senza sosta anti-covid non possono sopperire in alcun modo a questo stillicidio di chiamate, interventi, problematiche molto spesso assai gravi, come nel caso dell’incidente mortale.
In questo modo, – proseguono – oltre a non essere messi in condizione di erogare servizi rispondenti alle esigenze della cittadinanza, le donne e gli uomini della Polizia Locale del X Mare non possono lavorare davvero in sicurezza, tanto giuridica quanto fisica.
Non abbiamo inoltrato note, scritto comunicati e cercato di sensibilizzare l’amministrazione nei mesi passati così per mero passatempo o per critica pregiudiziale; lo abbiamo fatto perché la situazione è insostenibile e affrontare una estate in queste condizioni rischia di presentare un conto salatissimo. Lo ribadiamo: riterremo l’amministrazione responsabile della incolumità fisica dei dipendenti della polizia locale – concludono – e della loro sicurezza giuridica, siamo pronti a far valere le ragioni dei lavoratori in qualunque sede”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here