Tevere, prorogata la barriera acchiapparifiuti


10/01/2020 – “L’eccessiva produzione di rifiuti e l’insufficiente smaltimento di questi, rappresentano oggi alcune delle crisi ambientali più gravi, e risultano indispensabili politiche efficaci ed incisive, da parte dei Governi e delle Istituzioni. I risultati particolarmente significativi ottenuti con il posizionamento della Barriera Acchiapparifiuti sul Tevere da parte della Regione Lazio, ci hanno dato una bella soddisfazione ed è per questo che abbiamo deciso di prolungare questa sperimentazione fino alla fine di febbraio”. Ad annunciarlo è Cristiana Avenali, Responsabile Contratti di Fiume della Regione Lazio.
“Già ad oggi i chili di plastica recuperata e poi conferita a Corepla sono stati 500, unendo un prezioso risultato pratico ad un alto valore simbolico dal punto di vista della consapevolezza e dell’educazione ambientale di ognuno di noi, e che ci porterà sicuramente al termine della sperimentazione, ad un posizionamento della barriera più duraturo nel tempo e all’estensione del progetto ad altri corpi idrici del territorio”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here