Tre parchi per fare musica: pronto il regolamento per partecipare


10/12/2019 – Agevolare la libera espressione artistica dei cittadini (in questo caso musicale) soprattutto dei più giovani, consentendo loro di usufruire al contempo di nuove modalità di socializzazione e crescita; facilitare il rapporto tra chi fa musica, soprattutto amatoriale, e i luoghi del nostro territorio “adottati”, divenendo così nuovi punti di riferimento, che accolgono anziché respingere, animandosi di attività e persone; superare le problematiche, generalmente di natura economica, che incontrano i musicisti più giovani e gli studenti.

Da questi tre punti l’Amministrazione del Municipio X ha tratto ispirazione per stilare un regolamento semplificato che consenta l’utilizzo degli anfiteatri dei parchi urbani per “fare musica”. Regolamento approvato in sede di Consiglio municipale e con voto unanime, a testimonianza dell’importanza dell’iniziativa.

Un’idea inoltre, rivolta in particolare ai più giovani (singoli e gruppi) ed in questo modo, possono effettuare prove o concerti coniugando il concetto di Verde e di Arte.

Il servizio giardini del Municipio X ha provveduto alla sistemazione dei parchi individuati.

Anfiteatro di Parco Pallotta e di via Pietro Rosa ad Ostia e quello di via Molaioli ad Acilia, sono le aree verdi identificate per sviluppare il progetto.

Il link per partecipare: Https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF456007

LE MODALITÀ

Le aree prescelte – arene pavimentate all’interno di parchi urbani pubblici. Con una certa distanza dalle abitazioni.
La temporaneità delle manifestazioni, che sono limitate ad una tempistica massima di tre ore consecutive.
L’interdizione all’utilizzo di strutture di grandi dimensioni (palchi, impianti luci/suono)
La musica suonata, che deve limitarsi all’improvvisazione o brani inediti, non generanti diritti d’autore.
La sottoscrizione di un formulario, da parte dei richiedenti, con cui ci si assume ogni responsabilità sul rispetto dei luoghi, delle persone e del regolamento, e si richiede all’amministrazione un permesso OSP gratuito.
Il divieto di svolgere attività commerciali o raccolta fondi in loco e di ricorrere a sponsorizzazioni onerose.
Possibilità di utilizzare (gratuitamente) l’assicurazione prevista dal municipio per adozioni aree verdi pubbliche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here