Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza: il Municipio X c’è


20/11/2019 – “Sei in gioco o in fuorigioco? Ethical Scuola”, questo il titolo del convegno organizzato dal Municipio X nell’ambito della Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Un’edizione, questa del 2019, dal particolare significato, in quanto in questa giornata si celebra il 30° anniversario dell’approvazione, da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un trattato del quale sono parte 196 Stati al mondo e che è stato ratificato dall’Italia il 27 maggio 1991.

Oltre al Municipio X, quest’anno, in una sorta di ideale staffetta, partecipano altri cinque Municipi della Capitale ed i comuni di Fiumicino e Ladispoli.

Il via alla “staffetta”, proprio da Ostia e dal Teatro del Lido dove questa mattina Istituzioni, esperti (psicologi, pedagogisti e giuristi) ma soprattutto ragazzi delle elementari e medie del territorio si sono confrontati.

Il convegno è stato arricchito dalla prestigiosa presenza della Banda dei Carabinieri che ha eseguito alcuni brani e concluso la sua performance con l’Inno di Mameli e dalla piacevolissima esibizione del Piccolo Coro dell’Istituto Acqua Rossa.

Tutti insieme, all’insegna dell’aggregazione e della condivisione per gridare a gran voce, come ha affermato l’Assessore alla Cultura, Sport e Politiche Giovanili, Silvana Denicolò che i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza siano tutelati e che siano garantiti pari opportunità a tutti, a prescindere dalla nascita e dal luogo di vita”.

Le parole sono molto, molto importanti – ha esordito l’Assessore alle Politiche Educative e Sociali Germana Paoletti rivolgendosi agli studenti – e le parole spesso sono l’anticamera di tutte le dinamiche negative nei vostri confronti. Il linguaggio è molto importante tra adulti e tra di voi. Spesso si ha a che fare ad esempio con il bullismo e il cyber bullismo. Vi invito ad essere attenti alle parole, vi invito ad essere le sentinelle del linguaggio, a capire subito se quella parola detta a voce o scritta sul cellulare è per denigrare, offendere. Ognuno di noi deve tutelare i nostri diritti e quelli di chi è più debole di noi. Senza distinzioni di linguaggio o di colore della pelle. Non lasciate da soli i vostri compagni”

Un chiaro riferimento dall’Assessore Paoletti ai soprusi che purtroppo spesso mortificano i più sensibili tra i ragazzi.

Anche il Direttore della Direzione Socio Educativa Carla Scarfagna (lunga la sua esperienza, dal punto di vista giuridico, con i minori) ha voluto parlare ai ragazzi ricordando come sia possibile “incontrare sulla vostra strada situazioni pericolose e, in questo caso, dovete subito parlarne con genitori ed insegnanti. Ricordate inoltre che un bambino su quattro nel mondo vive in scenari di guerra. Non sopravvivono a carestie e voi dovete lottare anche per loro. I doveri più grandi certo li abbiamo noi adulti nei vostri confronti”.

Dal Teatro del Lido, per voce del suo direttore Filippo Lange, il ringraziamento all’Amministrazione per aver dato modo di ospitare l’iniziativa: “Mi piace sottolineare – ha affermato Lange – di come ad ogni vostro diritto corrisponda un dovere. Sin da piccoli è bene rispondere alle regole del vivere comune e i grandi spesso dimenticano il rispetto nei vostri riguardi con conflitti verbali ed armati. Diffondete messaggi positivi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here