Mattarella apre le porte di Castelporziano alla disabilità


21/8/2019 – Anche quest’estate Anffas Ostia è stata tra gli enti scelti dalla Presidenza della Repubblica per il progetto ‘porte aperte alla disabilità a Castelporziano”. Circa 500 le persone con disabilità che da giugno a settembre stanno per la prima volta visitando la riserva dei Presidenti.

“Per il secondo anno consecutivo – spiega il direttore generale di Anffas Ostia, Stefano Galloni – siamo stai scelti per un partenariato diretto con la presidenza della Repubblica che favorisce l’inclusione e l’inserimento delle persone con disabilità, nel nostro caso intellettiva, in attività educative ma anche ludico ricreative all’interno della Riserva di Castelporziano. Per noi è sicuramente un premio e un riconoscimento all’operato quotidiano. Ogni risorsa è dedicata alle famiglie e a ogni singolo ragazzo”.

I centri estivi prevedono la visita al borgo, alle riserva e uno studio della particolarità di Castelporziano, insieme a importanti attività di educazione ambientale e animazione naturalistica. Ogni centro estivo dura una settimana. I gruppi sono di circa 30 ragazzi.

“Oltre a operatori qualificati – spiega Galloni – abbiamo messo a disposizione dei ragazzi un esperto della Riserva che fa parte della guardia ecozoofila nazionale. E tra le tante attività abbiamo sicuramente concentrato l’attenzione cercando, nei limiti e nel rispetto delle caratteristiche di ognuno, di far amare questo gioiello ai ragazzi che lo visitavano. Si tratta di un progetto importantissimo e di questo ringraziamo il Presidente Mattarella, che ha una duplice funzionalità: aprire le porte delle istituzioni e dei nostri tesori anche alla disabilità e ampliare il rispetto e l’importanza del sistema naturalistico per il bene comune. Per noi invece è fondamentale per portare avanti la nostra missione sostenendo il diritto di scelta di ogni ragazzo con una disabilità”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here