Ostia Antica Patrimonio Unesco: Denicolò: “Il Consiglio di oggi tappa importantissima”


4/7/2019 – “Il Consiglio Straordinario di oggi, richiesto dall’opposizione sul tema “Ostia Antica -Inserimento nell’elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO”, marca una tappa importantissima nel percorso avviato con le mozioni Capitoline e Municipali”. Così in una nota stampa l’assessore alle Politiche culturali Silvana Denicolò. “Documenti peraltro approvati all’unanimità in contemporanea lo scorso gennaio e dai quali era già scaturita un’importante relazione tra il Club UNESCO di Roma e l’Assessorato Cultura del Municipio Roma X. Infatti, anche grazie alla importante presenza in aula del Parco Archeologico di Ostia Antica (con il Direttore Barbera e la dottoressa Tempesta), della Direzione Cultura della Regione Lazio (con i Direttori Cipriani e Varroni), del Comune di Roma (col Vicesindaco e Assessore alla Crescita Culturale Bergamo), si avvia qui un’interlocuzione concreta tra questi enti, con l’aggiunta del Ministero Beni e Attività Culturali – attraverso il Parco Archeologico che ne è parte, del Municipio Roma X, del Comune di Fiumicino, di UNESCO. Il tutto sottolineato anche da nuovi atti di Consiglio approvati in Aula. Consideriamo il territorio di Ostia Antica – conclude l’assessore – già Patrimonio dell’Umanità, il lavoro è impegnativo e presenta numerosi aspetti e altrettanti punti delicati, ma ancora una volta viene dimostrato che in sinergia è tutto più lineare e proficuo”.

“Il Consiglio è stato utile per verificare lo stato dell’arte dell’iter intrapreso. Riteniamo particolarmente significativa la presenza in Aula del Direttore del Parco Archeologico, dottoressa Mariarosa Barbera e del vice sindaco ed assessore alla Crescita Culturale Luca Bergamo, presenze utili per fare il punto sulla situazione – commenta il Consigliere municipale Antonio Di Giovanni, capogruppo 5 Stelle – Alla luce di quanto discusso riteniamo che il Consiglio straordinario sia servito per consolidare in maniera forte la necessità di ottenere il riconoscimento Unesco allargato anche al Porto di Triano”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here