Municipio X e Bilancio Partecipativo: i cittadini candidano e votano i loro progetti per il Decoro Urbano


2/7/2019 – I cittadini possono decidere insieme all’Amministrazione capitolina come migliorare l’aspetto del proprio quartiere per quanto riguarda il decoro urbano. È questo in sintesi “#RomaDecide”, l’iniziativa di Roma Capitale finanziata con 20 milioni di euro destinati ai 15 Municipi romani.

Come ha avuto modo di sottolineare la Presidente Giuliana Di Pillo nel portare il suo saluto alla conferenza stampa di questa mattina di questa mattina “… Si parla tanto di partecipazione ed ecco l’esempio concreto di uno strumento efficace con il quale i cittadini sono chiamati ad esprimersi in maniera diretta”.

È questa la prima esperienza di bilancio partecipativo di livello cittadino, una possibilità data dal nuovo Regolamento votato lo scorso aprile in sede di Assemblea Capitolina e successivamente approvato in Giunta con una delibera attuativa.

Ed il Municipio X ha attivato immediatamente le procedure per il coinvolgimento di associazioni e Comitati di quartiere, attraverso i canali istituzionali: Consulte e Commissioni.

Oggi – ha dichiarato Paola Zanichelli, Assessore al Bilancio e Patrimonio – con questa conferenza stampa vogliamo dare un ulteriore impulso all’iniziativa affinché ci sia il massimo coinvolgimento. Il tema scelto è di grande rilievo. Il decoro urbano è un bene di tutti, riguarda anche il verde e sappiamo che un terzo di questi spazi della Capitaledi competenza comunale, sono proprio qui nel nostro Municipio. È fondamentale – ha proseguito Zanichelli – che i cittadini siano consapevoli di poter partecipare in maniera diretta a questa iniziativa e che sappiano di poter discutere con l’Amministrazione delle idee che hanno messo in campo. È di grande rilevanza il coordinamento tra Associazioni e Comitati di quartiere, così da elaborare progetti in grado di essere attuati. È inoltre importante rendere partecipe il Municipio di appartenenza in quanto la presentazione delle proposte in questo caso slitta al 15 settembreLa nuova piattaforma abilitante è stata realizzata in linea con le ultime evoluzioni tecnologiche agibili tramite accesso con SPID (sistema pubblico di identità digitale) ma è stata prevista anche la presentazione di proposte offline perché  i “non nativi digitali” possano candidare le loro proposte. Punto d’attenzione – ha concluso l’Assessore Zanichelli – viste le soglie di voti richieste per sostenere l’approvazione delle proposte, è la non dispersione del voto e quindi cercare di convergere su proposte interessanti e non proporre ciascuno la sua”.

Alla Presidente della Commissione Bilancio, Agnese Manuelli, il compito di illustrare l’aspetto tecnico dell’iniziativa. “Entro il 15 luglio, attraverso il sito di Roma Capitale, possono essere inseriti i suggerimenti dei cittadini. Proposte analizzate da un tavolo tecnico che potrebbero essere avviate già dal gennaio del 2020. Al nostro territorio, stando ai calcoli elaborati, possono essere stanziati un milione e 300mila euro. Solo quelli che otterranno almeno il 5 per cento dei sostegni andranno tavolo tecnico di Roma Capitale”.

Il consigliere Danilo Ricci, componente della Commissione Bilancio ha dato un esempio concreto di come “dialogare” con Roma Capitale, collegandosi con il sito capitolino dove è ben visibile il banner “bilancio partecipativo”. “Il decoro urbano – ha affermato Ricci – è un tema a cui tutti teniamo. Questa è l’occasione per poter contribuire in positivo al cambiamento del proprio quartiere, trasformando una piazza o un giardino. L’iter dell’iniziativa prevede un ultimo step: dal 12 al 21 ottobre infatti gli elaborati che hanno raggiunto almeno il 5 per cento dei sostegni complessivi saranno sottoposti a consultazione on line”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here