Ostia, torna in azione l’emulatore di “Joe Cappuccio”. Aggredita una donna a bottigliate


16/05/2019 – Torna in azione “Joe Cappuccio” o almeno un suo emulatore. Alle prime luci dell’alba una donna di circa 50 anni, è stata infatti aggredita in viale Capitan Casella, ad Ostia Levante.

Poco dopo le 6,45 la signora, stava camminando in strada quando è stata colpita con una bottiglia alla testa da un uomo con il volto parzialmente coperto, per essere poi rapinata della borsa. A soccorrerla alcuni testimoni che hanno fornito ai carabinieri anche una prima ricostruzione dell’accaduto e una descrizione dell’aggressore. L’uomo, di media statura, calvo e sulla quarantina camminava in direzione opposta alla signora quando ha estratto la bottiglia con la quale ha colpito la signora. Poi la fuga abbandonando dietro di se la borsa dalla quale aveva prelevato denaro, circa 20 euro, e il telefono cellulare.

Soccorsa da un ambulanza del 118 la donna ha rifiutato di farsi accompagnare al pronto soccorso del G.B.Grassi di Ostia, riservandosi però di andarci successivamente.

L’aggressione, spiegano le forze dell’ordine, non sarebbe riconducibile a quelle portate a segno da “Joe Cappuccio” (l’uomo accusato delle aggressioni si trova attualmente in carcere) quanto piuttosto da un suo emulatore. L’identikit infatti si discosta da quello fornito in precedenza dalle vittime e anche il “modus operandi” sarebbe differente. Sulle sue tracce si sono ora messi gli uomini della Compagnia dei Carabinieri di Ostia.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here