Tragedia sulla Cristoforo Colombo. Bambino di 10 anni si sente male e muore

11/04/2019 – Tragedia questa mattina sulla via Cristoforo Colombo. Un bambino di 10 anni è infatti morto a causa di un malore. Il ragazzino si trova a bordo di un auto con la mamma e la zia quando intorno alle 8,10 mentre percorre la corsia laterale in direzione di Roma nel tratto compreso tra via di Casalpalocco e via Ermanno Wolf Ferrari accusa la crisi respiratoria.
L’auto accosta in pochi attimi a bordo strada e mamma e zia tirano fuori il bimbo dall’abitacolo cercando aiuto tra le macchine ferme in coda. Immediato il tam tam tra gli automobilisti che si sono messi subito alla ricerca di un medico a bordo delle numerose auto incolonnate. A soccorrere per primi il bambino sono gli agenti della polizia locale del Gruppo Intervento Traffico in servizio all’incrocio con via Pindaro che a piedi raggiungono il punto dove si sono fermate le due donne e il bambino. Nel frattempo gli agenti tramite il ponte radio riescono a rintracciare l’ambulanza più vicina che in quel momento si trova all’altezza di via di Casalpalocco. Pochi minuti e il mezzo del 118 scortato dalle auto della Municipale è sul posto.

Inutili però tutti i tentativi di rianimare il bambino. Per oltre mezz’ora i sanitari praticano il massaggio cardiaco utilizzando anche il defibrillatore. Tutto inutile. Per il bambino non c’è nulla da fare. Il bambino, nato a gennaio del 2008, nei giorni scorsi era dovuto ricorrere più volte al pronto soccorso del Bambino Gesù a causa di problemi respiratori.

Coperto il corpo del bambini con una coperta termica l’attesa dell’arrivo del magistrato di turno, il pm Elena Neri, per l’autorizzazione allo spostamento del corpicino trasportato all’obitorio del policlinico Tor Vergata. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

“Esprimo vicinanza ai familiari colpiti dal tragico evento e ringrazio il personale intervenuto, che, in una situazione di non facile gestione e dal triste epilogo, ha proceduto nell’immediatezza ad attivare tutte le procedure necessarie per prestare ausilio alla famiglia, dimostrando grande sensibilità e prontezza di iniziativa” ha commentato il Comandante Generale Antonio Di Maggio.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here