Lido Centro, ubriaco aggredisce le guardie giurate. 51enne in manette

Nel lungo ponte di Pasqua i carabinieri hanno controllato 156 veicoli ed identificato 278 persone


26/4/2019 – Nel lungo ponte appena trascorso, i Carabinieri di Ostia hanno predisposto mirati servizi per il controllo del territorio che hanno consentito di controllare 156 veicoli ed identificare 278 persone.
Ad Ostia, un 51enne romano con precedenti di polizia, è stato arrestato nei pressi della stazione di Lido Centro, per “resistenza a pubblico ufficiale” e “lesioni personali”. Nei fatti, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente ai militari dell’Esercito Italiano dell’11° Reggimento Bersaglieri impegnati nel servizio “strade sicure”, sono stati avvicinati dall’uomo che, in evidente stato di ubriachezza, li minacciava e dopo aver aggredito due guardie giurate in servizio nella stazione nel tentativo di sottrarsi all’identificazione, è stato bloccato. L’uomo è stato così arrestato e  accompagnato presso il Tribunale di Roma in attesa dell’udienza di convalida.
Sempre a Ostia, i Carabinieri della Stazione Forestale unitamente al personale della C.I.O. dell’8° Reggimento CC “Lazio”, all’esito di un mirato servizio, hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà di 3 cittadini di origini rumene senza fissa dimora. Le predette persone sono state sorprese all’interno di un terreno demaniale ad occupare abusivamente alcuni manufatti già sottoposti a sequestro.
A Fiumicino, una “gazzella” dei Carabinieri ha incrociato un’autovettura con a bordo due persone che, alla loro vista e in evidente stato di agitazione, si allontanavano precipitosamente e ad alta velocità nel tentativo di sottrarsi ad un eventuale controllo. I militari si sono lanciati al loro inseguimento diramando l’avviso di ricerca alla Centrale Operativa. L’auto con a bordo i fuggitivi, veniva abbandonata dagli stessi nel tentativo di fare perdere le loro tracce. Il tentativo è risultato vano poiché i militari operanti li hanno raggiunti e bloccati. Dai successivi controlli, è emerso che l’autovettura a bordo della quale viaggiavano, era stata oggetto di furto perpetrato pochi giorni prima e che le targhe apposte sul citato autoveicolo risultavano anch’esse oggetto di un altro precedente furto. Dei due giovani accompagnati in caserma, il maggiore è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, per i reati di “resistenza a pubblico ufficiale” e “riciclaggio”, l’altro, risultato minorenne, è stato denunciato in stato di libertà per gli stessi reati.
Ad Acilia, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Roma, nei confronti di una donna di 38 anni, già sottoposta agli arresti domiciliari, per reati contro il patrimonio. Il provvedimento, scaturito dalle reiterate violazioni della predetta misura, ha così imposto il trasferimento e l’associazione alla casa circondariale di “Roma-Rebibbia”.
Le manette sono, invece, scattate anche nei confronti di un 50enne di origini sud-americane di Fiumicino, con precedenti, individuato tramite i sistemi di videosorveglianza che lo ritraevano mentre si introduceva all’interno di un ristorante di Fiumicino. I Carabinieri della Stazione di Fregene, hanno proceduto all’arresto dopo aver verificato che lo stesso uomo era riuscito ad appropriarsi di un personal computer e della somma di € 20. La refurtiva è stata recuperata e restituita al responsabile dell’esercizio commerciale mentre il ladro è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here