Litorale, controlli dei carabinieri. Quattro arrestati e 4 denunciati

20/03/2019  – Nel corso di un controllo del territorio dei Carabinieri del Gruppo di Ostia, unitamente a quelli del 14° Battaglione “Calabria” e del Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria, sono state arrestate quattro persone e denunciate altrettante all’Autorità giudiziaria.
In particolare, a Ponte Galeria, i Carabinieri hanno arrestato un “carrozziere” di 52 anni, perchè responsabile di furto aggravato. I militari, nel corso di un controllo svolto con la collaborazione del personale della società che gestisce la distribuzione di energia elettrica, hanno accertato che l’uomo aveva effettuato una manomissione nel contatore della luce, per sottrarre illegalmente l’energia elettrica per il fabbisogno della sua officina. Il malfattore, per il danno stimato in circa 18.000,00 euro, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.

Sempre per furto di energia elettrica, ad Ostia è stato denunciato in stato di libertà il titolare di un esercizio commerciale, il quale, tramite la realizzazione di un congegno, era riuscito a manomettere il contatore elettrico del proprio negozio ed a alterarne i consumi, per un danno stimato in 50.000,00 euro.

Nel corso dei servizi perlustrativi, ad Ostia in via dei Velieri, una pattuglia dei Carabinieri è stata allertata da alcuni residenti della zona in quanto un uomo, dopo aver rotto la vetrina di un negozio di elettrodomestici, stava trafugando parte degli articoli esposti. Il pronto intervento dei militari ha permesso di bloccare il delinquente e di recuperare la merce, che poi è stata restituita all’avente diritto. L’uomo, un 50 enne senza fissa dimora, è stato arrestato e tradotto nelle camere di sicurezza della caserma, in attesa dell’udienza di convalida.

Ad Ostia in piazzale della Stazione del Lido, un uomo egiziano di 28 anni è stato arrestato per furto in un negozio.

A CasalPalocco, i Carabinieri della locale Stazione hanno eseguito un’ordinanza di sospensione provvisoria della detenzione domiciliare emessa dal Tribunale di Roma, nei confronti di una donna di 64 anni, già agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. La donna, pertanto, è stata ristretta presso la casa circondariale di “Rebibbia”.

Nel corso dei controlli effettuati con i numerosi posti di blocco, i Carabinieri hanno fermato un’autovettura, condotta da un 26enne di Acilia che al controllo, è stato trovato in possesso di una modica quantità di “marijuana”. Insospettiti dall’atteggiamento del giovane, i Carabinieri hanno esteso i controlli anche presso la sua abitazione. Qui, grazie anche al fiuto dei cani antidroga, è stato rinvenuto un involucro nascosto nella camera da letto, contenente “hashish”. La droga, per un peso complessivo di alcune decine di grammi, è stata sequestrata ed il giovane è stato denunciato in stato di libertà all’Autorità giudiziaria.

Stessa sorte è capitata ad un 34 enne di Ostia, il quale, da un controllo dei Carabinieri effettuato in via Casana, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di “hashish”. Per l’uomo è scattata la segnalazione alla Prefettura di Roma ai sensi dell’articolo 75 del d.P.R. 309/1990, mentre lo stupefacente è stato sequestrato.

A Vitinia, i Carabinieri della locale Stazione all’esito di un’attività d’indagine hanno denunciato in stato di libertà un 31 enne romano, perchè ritenuto responsabile del reato di rapina e inosservanza alle prescrizioni della sorveglianza speciale, a cui era sottoposto. I militari, in particolare, hanno accertato che era l’autore di una rapina perpetrata lo scorso 9 marzo a Roma in danno di un giovane studente. La vittima, difatti l’ha riconosciuto tra le foto che gli sono state mostrate dai Carabinieri.

Infine, durante i controlli, i Carabinieri di Ostia Antica, hanno denunciato in stato di libertà un pregiudicato 65 enne del posto, per violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale. L’uomo è stato pizzicato in strada, sprovvisto della carta precettiva e in palese violazione delle prescrizioni imposte dal provvedimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here