Litorale, controlli dei carabinieri. Otto persone in manette

09/03/2019 – I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Ostia hanno individuato, nel corso di un ordinario servizio di controllo del territorio, un uomo che sfruttando l’oscurità della notte, dopo avere infranto il vetro di una vettura in sosta, stava tentando di rubarla. Il malfattore, un romano di 36 anni con precedenti alle spalle, alla vista dei militari ha sin da subito tentato di darsi alla fuga, ma è stato immediatamente bloccato dai Carabinieri, che lo hanno trovato in possesso anche degli attrezzi utilizzati per lo scasso. Il ladro è stato, così, arrestato e condotto presso il Tribunale di Roma per l’udienza di convalida.
Sempre i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato un romano 49enne, sottoposto agli arresti domiciliati per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato infatti notato dalla pattuglia mentre passeggiava in strada. Il malfattore, immediatamente riconosciuto e fermato dai militari, era privo di qualsivoglia autorizzazione e, pertanto, è stato arrestato e ricondotto presso il suo luogo di detenzione, in attesa delle ulteriori decisioni che il magistrato intenderà prendere nei suoi confronti.
Nella stessa mattinata, i Carabinieri di Acilia hanno arrestato un giovane di origine albanese. L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari, era stato arrestato nei giorni prima dai Carabinieri per spaccio di sostanze stupefacenti. Il giudice, non ritenendo la misura applicatagli sufficiente a contenerne l’indole delinquenziale, ne ha disposto l’aggravamento e la conseguente traduzione presso la casa circondariale di Roma “Regina Coeli”.
Ad Acilia, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno localizzato e arrestato un romano 37enne nei cui confronti il giudice del Tribunale di Roma aveva emesso un’ordinanza di detenzione per reati riguardanti gli stupefacenti; l’uomo dovrà scontare quasi 3 anni di reclusione.
Sempre ad Acilia, a seguito della denuncia del furto della pisside all’interno della chiesaSanti Cirillo e Metodio”, i Carabinieri della locale Stazione hanno avviato accurate indagini riuscendo in poco tempo a individuare i responsabili dell’atto: una coppia del luogo, di cui l’uomo con precedenti alle spalle. Entrambi i malfattori sono stati denunciati per furto e il vaso sacro è stato restituito al parroco, per la conservazione delle ostie consacrate e la successiva distribuzione ai fedeli.
A Casalpalocco, invece, durante un normale servizio di vigilanza notturna i Carabinieri della Stazione hanno fermato un’auto il cui conducente, a seguito della perquisizione, è stato trovato in possesso di varie dosi di hashish e marijuana. La successiva perquisizione presso la sua abitazione ha consentito ai militari di rinvenire molteplici dosi delle stesse sostanze, pronte per essere messe in commercio, e tutto il materiale occorrente per il confezionamento dello stupefacente. Il pusher è stato immediatamente arrestato e posto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, mentre la droga e il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Nell’occasione è stato anche sanzionato amministrativamente un giovane, segnalato alla Prefettura di Roma per l’uso personale di sostanze stupefacenti.
Nella tarda mattinata di ieri, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Vitinia impegnata nei servizi di controllo del territorio ha notato un 19enne del luogo, in atto sottoposto agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, a bordo di una vettura. Il giovane è stato immediatamente raggiunto, fermato e arrestato per il reato di “evasione”. Accertato che il mezzo non era oggetto di furto ma di proprietà del suo coinquilino, l’uomo è stato condotto nelle camere di sicurezza dell’Arma in attesa delle decisioni del magistrato.
Dopo poche ore il coinquilino del giovane, un 39enne romano già noto alle forze dell’ordine, si è presentato fuori della Stazione Carabinieri di Vitina ed ha cominciato ad urlare frasi offensive nei confronti dei militari, intimandogli – sotto la minaccia di morte – di liberare il giovane. I Carabinieri sono usciti in strada per cercare di tranquillizzare l’esagitato ma questi, senza alcun preavviso, li ha aggrediti ingaggiando una violenta colluttazione, nel corso della quale uno dei militari ha riportato una ferita ad una mano. L’uomo è stato, pertanto, bloccato e arrestato; il magistrato ha disposto gli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida.
A Fiumicino, infine, i Carabinieri hanno individuato e fermato una persona colpita da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Civitavecchia per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato, pertanto, arrestato e accompagnato presso il carcere di Civitavecchia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here