Centro Giano, dalla Regione l’ok al tavolo per la governance idraulica

05/03/2019 – “Oggi finalmente abbiamo posto le basi per la definizione delle competenze, che come Regione a dir la verità abbiamo molto chiare, per la manutenzione dei fossi di Ponte ladrone e del Fontanile a Centro Giano, quartiere del X Municipio di Roma. La commissione che avevamo chiesto di indire al presidente Refrigeri che ringraziamo e alla quale hanno partecipato i comitati cittadini, il Comune di Roma, il Cbtar e Acea aveva proprio questa funzione: riunire in maniera ufficiale tutti gli enti interessati, cittadini compresi, e da qui iniziare un percorso nuovo che superasse i soliti rimpalli di competenze che diventano spesso una maschera dietro quale nascondersi per evitare di prendersi le proprie responsabilità”. Lo dichiarano Michela Califano, consigliere regionale del Pd Lazio, Giovanni Zannola consigliere Pd dell’Assemblea Capitolina e Leonardo Di Matteo, membro Direzione Pd X Municipio.

“La Regione Lazio è intervenuta nel dicembre 2018 sul Fosso del Fontanile. Durante la manutenzione e la pulizia del fosso sono emersi degli ammaloramenti delle gabbionate, ecco perché i lavori si sono momentaneamente interrotti. Serve un’integrazione all’appalto in essere. Ma soprattutto serve arrivare a una definizione delle competenze con Roma Capitale e Acea, che continuano a tergiversare, per mettere in piedi una programmazione semestrale o annuale di verifica e interventi di manutenzione e pulizia ordinaria degli argini, del verde, dell’alveo e degli impianti di sollevamento risolvendo così i problemi di allagamenti che la zona vive. Competenze che servono anche per risolvere la questione di Ponte Ladrone, fosso oggi in disuso infestato da vegetazione e rifiuti di ogni genere, oggetto di ripetuti incendi (ultimo avvenuto a luglio 2018 che ha lambito l’abitato), privo di alcuna manutenzione. C’è poi da capire, – concludono – e su questo il Comune di Roma continua a nicchiare, dove finiranno le acque meteoriche del nuovo insediamento (circa 200 appartamenti) di Centro Giano visto che l’impianto di sollevamento Acea è già al limite con l’attuale assetto. Oggi con questa commissione la Regione Lazio ha dato la sua disponibilità ad aprire un tavolo che definisca una volta per tutte le competenze e dia seguito a una governance idraulica per risolvere definitivamente il rischio idrogeologico presente in quella zona. Un ringraziamento va i comitati di quartiere che hanno risposto all’invito per la costruttiva presenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here