Santa Marinella, sequestrati oltre 1000 ricci di mare


22/02/2019 – La Guardia Costiera di Santa Marinella ha sottoposto a sequestro più di 1000 esemplari di ricci di mare, frutto di attività di pesca abusiva condotta illecitamente durante la mattina.
Alle ore 10.30 circa, la Sala Operativa della Capitaneria di Civitavecchia veniva infatti allertata, da parte di un segnalante, circa la presenza di pescatori non autorizzati lungo il litorale di Santa Marinella.
Veniva quindi disposto l’immediato intervento del personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Santa Marinella e richiesto il supporto della locale Stazione Carabinieri. Le attività di ricerca, nonostante l’identificazione di diverse persone sospette nel punto segnalato, non permettevano l’individuazione dei colpevoli, non essendo state rinvenute tracce del pescato. Ciò nonostante, il personale operante richiedeva l’intervento del nucleo sommozzatori della Protezione Civile di Santa Marinella, il quale, rendendosi a disposizione, individuava sul fondo numerosi sacchi a rete contenenti circa 1000 echinodermi.
I ricci di mare rinvenuti, ancora vivi e vitali, provento dell’attività criminosa, venivano successivamente rigettati in mare dai militari operanti.
L’attività illecita posta in essere questa mattina, come ben noto, non rimane un fenomeno isolato. Anche questa notte la Guardia Costiera ha sanzionato un pescatore subacqueo pugliese per la raccolta dei frutti di mare, sequestrando ulteriori 750 esemplari, per un totale di 5.000 euro di sanzioni amministrative. La Guardia Costiera e le altre Forze di Polizia stanno ponendo in essere una intensa attività di vigilanza al fine di scoraggiare il fenomeno e porre un freno alla depredazione della costa e dei suoi pregiati frutti di mare, simbolo di una eccellenza locale da preservare e tutelare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here