Sparatoria all’Axa, si costituiscono i due aggressori. “Non volevamo sparagli” IL VIDEO DELL’ARRESTO

6/2/2019 – “Non volevamo sparargli, era buio”. Con queste parole Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano rispettivamente 24 e 25 anni, avrebbero cercato di giustificare l’aver sparato contro Manuel Mateo Bortuzzo sabato notte in piazza Eschilo all’Axa.

I due entrambi di Acilia, interrogati dalla polizia, avrebbero raccontato di essersi sbarazzati della pistola, una calibro 38, durante la fuga (ritrovata poi ieri pomeriggio) per poi dividersi e uno dei due si sarebbe rifugiato a San Basilio. Nel pomeriggio di oggi, braccati dalla polizia la decisione di costituirsi e il lungo interrogatorio. Lorenzo avrebbe ammesso di essere stato lui ad impugnare la pistola mentre l’amico Daniel era al volante dello scooter. Al temine dell’interrogatorio i due sono stati fermati con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo d’arma. Per loro di stanno aprendo le porte del carcere.

Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, 24 e 25 anni di Acilia, entrambi con precedenti di polizia per droga e per Daniel Bazzano, conducente dello scooter, precedenti anche per rapina; gli stessi hanno ammesso di aver sparato per motivi legati alla rissa precedentemente avvenuta all’interno di un locale e di aver sbagliato persona, essendo la vittima e la sua giovane fidanzata assolutamente estranei alla vicenda, così come emerso nel corso delle indagini.

Al termine dell’interrogatorio, condotto congiuntamente in Questura dal Pubblico Ministero dr. Neri, dal Procuratore Aggiunto dr. D’Elia e dagli investigatori della Squadra Mobile, Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano, sono stati tradotti in carcere a Regina Coeli e dovranno rispondere entrambi per tentato omicidio e porto abusivo d’arma.

Dal San Camillo arriva intanto la notizia del risveglio di Manuel e dello scioglimento della prognosi prevista per domani mattina, ma anche del suo desiderio di ritornare a casa. Un percorso lungo quello che lo attende che lo porterà dopo le dimissioni dall’ospedale in una clinica riabilitativa.

Sabato nel frattempo amici, conoscenti, familiari e semplici cittadini si riuniranno in piazza Eschilo in una fiaccolata per esprimere le loro solidarietà al giovane nuotatore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here