Controlli antidroga, 7 persone arrestate dai carabinieri

25/01/2019 – Si è concluso un altro controllo del territorio da parte dei Carabinieri del Gruppo di Ostia, che ha visto gli uomini dell’Arma impegnati in servizi mirati a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga e dei reati in genere.
I servizi di controllo, supportati anche con l’impiego di unità cinofili e di un elicottero, hanno permesso di arrestare sette persone solo nelle ultime ore e denunciarne altre tre.
In particolare, ad Ostia in via della Paranzella, i Carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di tre cittadini italiani, due uomini e una donna, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, che li tenevano sotto osservazione da diverso tempo, li hanno “pizzicati” con le dosi della droga addosso, pronte per essere spacciate. L’ispezione personale e le successive perquisizioni domiciliari effettuate, hanno permesso, grazie anche al fiuto di un cane antidroga, di rinvenire molteplici dosi di cocaina, abilmente nascoste. I tre, pertanto, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
Sempre ad Ostia, i Carabinieri hanno individuato e arrestato in via Enea Picchio una 30enne censurata, già agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, dopo essere stata pizzicata in strada, in palese violazione delle prescrizioni imposte dal provvedimento. All’atto del controllo, inoltre, è stata trovata in possesso della borsa e di un cellulare che poco prima, con destrezza, nella pubblica via, aveva rubato ad una donna 59 anni. Recuperata la refurtiva, la donna è stata nuovamente sottoposta agli arresti domiciliari
in attesa dell’udienza di convalida.
A Fiumicino, nel corso dei controlli effettuati con i numerosi posti di blocco, i Carabinieri hanno fermato un 26enne pregiudicato, trovandolo in possesso di alcune dosi di hashish. A quel punto, i Carabinieri hanno deciso di approfondire il controllo procedendo alla perquisizione della sua abitazione, poco distante, dove hanno rinvenuto oltre due etti di droga e l’occorrente per il confezionamento. L’arrestato, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.
Ad Acilia, ad essere stato arrestato dai Carabinieri con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato un uomo di 45 anni. Sin da subito, ai militari si è mostrato molto agitato, e il forte odore di sostanza stupefacente ha fatto scattare il controllo. L’ispezione personale e la successiva perquisizione domiciliare hanno permesso agli uomini in divisa di rinvenire numerosi dosi di hashish e marijuana, nonché tutto il materiale per il confezionamento. La droga è stata sequestrata, mentre il pusher è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima.
Ad Ostia, nel corso dei rituali controlli effettuati presso i locali dell’ex colonia Vittorio Emanuele, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino pakistano di 49 anni, in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello di Roma, dovendo lo stesso espiare la pena di quasi due anni di reclusione, per il reato di “violazione della proprietà intellettuale”. L’arrestato è stato, quindi, accompagnato e rinchiuso presso la casa circondariale di Roma “Rebibbia”.
Infine, nel corso dei controlli, i carabinieri hanno denunciato a vario titolo tre persone e sorpreso alcuni giovani in possesso di stupefacenti per “uso personale”. In particolare i militari hanno denunciato una cittadina rumena di 26 anni, sorpresa con una borsa con all’interno alcuni capi di abbigliamento che poca prima aveva trafugato da un negozio del centro commerciale “Parco Leonardo” di via Portuense. Denunciato anche un 48 enne di Ostia, sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio, il quale, dopo essersi allontanato dalla propria abitazione senza autorizzazione, con una mazzetta da muratore rompeva la vetrina di un supermercato ed asportava alcune centinaia di euro dalle casse, nonchè alcuni generi alimentari. La refurtiva recuperata è stata restituita al proprietario del negozio. I militari hanno poi denunciato un’altra persona di 35 anni, trovandola in possesso di un “manganello telescopico”.
Quattro giovani, invece, in separate circostanze, sono stati sorpresi dai Carabinieri in possesso di alcune dosi di hashish e marijuana. Tutti sono stati segnalati all’Autorità Prefettizia ed è stata contestata loro la violazione amministrativa della “detenzione ai fini personali di sostanze stupefacenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here